Cronaca

Casa dello Studente, Forza Italia al sindaco: “Subito un tavolo tecnico”

Il capogruppo Ialongo ora presenterà un documento a Di Giorgi con la richiesta di un tavolo tecnico a cui partecipino tutte le parti coinvolte al fine di trovare una soluzione che scongiuri la chiusura della struttura

Convocare a breve un tavolo tecnico che affronti la questione della Casa dello Studente a rischio chiusura - con la conseguente perdita di un servizio per circa 50 studenti fuori sede e il rischio disoccupazione per alcuni lavoratori che si occupano del portierato - e cerchi di trovare un accordo tra tutti i soggetti coinvolti.

Questo il contenuto del documento che il gruppo consiliare di Forza Italia presenterà al sindaco Di Giorgi.

Lunedì sera, infatti si è tenuta la riunione convocata dal capogruppo Giorgio Ialongo per discutere del futuro della struttura di via Villafranca.

“Nonostante l'amministrazione comunale non abbia una competenza diretta sulla vicenda che vede coinvolte tutte aziende che fanno capo alla Regione Lazio - dice Ialongo - i consiglieri comunali di Forza Italia vogliono dare un loro contributo alla risoluzione della problematica della Casa dello studente, chiedendo la convocazione di un tavolo tecnico cui, oltre al Comune, ne facciano parte i rappresentanti dell'ateneo 'La Sapienza', di Laziodisu,  Regione e Ater.

A tal proposito depositerò la richiesta al sindaco Di Giorgi affinché istituisca e convochi al più presto la riunione con tutti i protagonisti della vicenda. Latina non può permettersi di perdere la Casa dello Studente creata ad hoc grazie ad un finanziamento regionale. Sarebbe inaccettabile per una città che ha puntato sull'insediamento dell'università sostenendola in ogni sua articolazione, compresa quella dei servizi resi agli studenti.

Per questo - aggiunge Ialongo - a nome di tutti i consiglieri di Forza Italia penso si utile che il primo cittadino guidi il tavolo tecnico ad una soluzione. L'approfondita disamina svolta dai consiglieri di Fi ha preso in considerazione molte delle soluzioni sino ad oggi prospettate per evitare la chiusura dello studentato.

In tale contesto – ha poi concluso il capogruppo - il Comune di  Latina, come sede dell'Ateneo, ha comunque il dovere di intervenire per salvaguardare gli universitari fuori sede, i lavoratori che prestano servizio presso la struttua e l'immagine della città stessa, ribadendo che lo sviluppo  dell'università resta tra le priorità della classe politica di Latina”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa dello Studente, Forza Italia al sindaco: “Subito un tavolo tecnico”

LatinaToday è in caricamento