Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Sfratti, dopo la protesta una casa popolare per Giuseppina Principe

La donna tra le persone che avevano manifestato sotto il Comune. Oggi la chiamata dell'Ater: per lei e la sua famiglia arriva un alloggio popolare

Insieme ad altre donne, ad altre famiglie, aveva protestato la scorsa settimana davanti l’ingresso del Comune di Latina perché a rischio sfratto, e oggi per lei è giutno il momento di festeggiare: arriva una casa popolare.

La notizia è di stamattina quando l’Ater ha telefonato a Giuseppina Principe comunicandole che si è venuta a liberare una casa. “La casa dovrebbe essere un diritto per tutti e non una vittoria, ma oggi siamo lieti di comunicare che Giuseppina Principe, la signora rappresentata da Valore Donna apparsa più volte anche davanti alle telecamere di Canale 5 e di cui si era occupato anche il Presidente della Repubblica, ha finalmente una casa” ha commentato il presidente dell’associazione Valentina Pappacena.

La signora Giuseppina (affetta da diverse patologie e con tre figlie malate), un compagno agli arresti domiciliari per mancato mantenimento della ex moglie (visto che è disoccupato da diversi anni) è così finalmente riuscita ad ottenere una casa popolare perché prima in graduatoria.

“Non si riuscivano a trovare appartamenti per lei – spiega Valentina Pappacena – perché per legge (visto che in casa sono in cinque) ci voleva un appartamento grande. Purtroppo anche in questo caso c’è la nota negativa visto che la casa si è liberata perché è venuta a mancare la signora che ci abitava. La figlia – spiega la presidente di Valore Donna – ha riconsegnato le chiavi dell’abitazione (sala, cucina, 3 camere, 2 bagni) e così l’Ater ha potuto fare felice un’altra famiglia. Speriamo ora che anche le altre persone che rappresentiamo – conclude la Pappacena – abbiano la stessa opportunità per iniziare un nuovo corso di vita”.

E anche Anastasia Adinolfi, un'altra delle persone rappresentate dall'associazione Valore Donna, può festeggiare oggi, e almeno per il momento, perchè non verrà sfrattata. "Il proprietario di casa - fanno sapere dall'associazione -, nonostante non ci siano sicurezze economiche da parte di Anastasia, ha deciso di accettare il contributo del Comune facendo slittare lo sfratto anche se solo di qualche mese. Anastasia, lo ricordiamo, rischiava di essere sfrattata, proprio in questi giorni, con una figlia minorenne e nessun parente o amico a cui appoggiarsi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfratti, dopo la protesta una casa popolare per Giuseppina Principe

LatinaToday è in caricamento