Case popolari a Cori, Regione sblocca il finanziamento: 15 nuovi alloggi

La comunicazione nei gironi scorsi dall'Ater all’Amministrazione. In settimana l’incontro e il sopralluogo per la realizzazione, dopo quasi 50 anni, di 15 case popolari

Case popolari a Cori: il progetto

Nuove case popolari a Cori. Nei giorni scorsi il commissario straordinario dell’Ater di Latina ha comunicato all’Amministrazione che la Regione Lazio ha sbloccato il finanziamento per la realizzazione di un complesso residenziale popolare in viale Alfonso Carrillo (già Contrada Insito), da destinare ad altrettanti nuclei familiari non in grado di accedere alla locazione di alloggi nel libero mercato ed iscritti nella graduatoria di riferimento, aggiornata semestralmente.

I tecnici dell’Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale Pubblica della provincia di Latina saranno a Cori in settimana per incontrare gli amministratori comunali e il personale incaricato dell’Ufficio Tecnico Comunale ed effettuare un sopralluogo nell’area individuata per la costruzione, dopo quasi mezzo secolo, di 15 case popolari: un ex terreno di proprietà dell’ente già acquistato dall’Ater per 150mila euro, a seguito dell’approvazione di apposita variante al PRG.

“La struttura - spiegano dl Comune di Cori - è stata ideata in modo tale da garantire estetica, confort, funzionalità e sicurezza, in accordo ai più moderni standard di edilizia residenziale pubblica e nel pieno rispetto della dignità della persona. Si tratta di uno stabile all’avanguardia ed eco-compatibile, sia dal punto di vista del risparmio energetico derivante dall’impiego di energie alternative, che per l’armonico inserimento nell’impianto urbanistico circostante”.

Dopo anni di attesa le famiglie con diritto avranno una casa la Presidenza della Regione Lazio e l’Assessorato alle Politiche del Territorio hanno accolto le nostre istanze, mettendo a disposizione le risorse necessarie a concretizzare un progetto pronto ma fermo da un decennio” – riferisce il sindaco Mauro De Lillis che di recente con l’Ass.re ai LL.PP. Ennio Afilani è stato personalmente alla Pisana per risolvere in maniera definitiva l’annosa questione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Si spara con la pistola di ordinanza: muore finanziere in servizio a Gaeta

  • Minacce di morte ai carabinieri: Giorgia Meloni in visita alla caserma di Aprilia

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento