rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

In carcere in Guinea, sit in davanti Montecitorio per Roberto Berardi

La manifestazione in programma per il pomeriggio di oggi alle 19. Nei giorni scorsi il ministro Bonino era intervenuta sul casa garantendo di continuare “a seguire la vicenda con il massimo impegno

Tornano a invocare l’attenzione del Governo sul caso. Sono i familiari di Roberto Berardi, l’imprenditore pontino detenuto in carcere nella Guinea Equatoriale dal gennaio di quest’anno.

E dopo la fiaccolata del novembre scorso a Latina e il sit davanti l’Ambasciata della Guinea Equatoriale, torneranno a Roma oggi pomeriggio alle 19 per un manifestazione davanti Montecitorio.

“Roberto non può ricevere nessuna visita, nemmeno da chi era incaricato di portargli da mangiare – si legge in un post pubblicato sul gruppo facebook “Liberiamo Roberto Berardi dal carcere della Guinea Equatoriale” -. Quindi ogni contatto è perso, diventa impossibile sapere se le condizioni di salute si aggravano. gli hanno anche rifiutato un controllo in ospedale. Cosa aspetta il governo, l'annuncio della sua morte?”

Nei giorni scorsi il ministro degli Esteri Emma Bonino aveva risposto ad una lettera inviatale dal sindaco di Latina Di Giorgi e dal presidente f.f. della Provincia De Monaco che avevano chiesto un intervento del Governo.

Nella missiva la Bonino aveva assicurato che secondo “le informazioni in possesso le condizioni di salute del connazionale sono complessivamente buone” garantendo al tempo stesso di continuare “a seguire la vicenda con il massimo impegno, con l’obiettivo di tutelare i diritti del connazionale”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In carcere in Guinea, sit in davanti Montecitorio per Roberto Berardi

LatinaToday è in caricamento