Cronaca

Caos Urbania, Porcari: “Debito di oltre un milione e il Comune tace”

Il consigliere Pd torna sulla questione del credito che il Comune vanta nei confronti della società che ha gestito i parcheggi a pagamento: “Ad un anno dalla scadenza del contratto il quadro non è ancora chiaro”

Nessuna risposta alle interrogazioni. Questa la denuncia del consigliere comunale del Pd, Fabrizio Porcari, in merito al comportamento dell’amministrazione sul caso Urbania.

“Da 58 giorni ho presentato a nome del Pd un'interrogazione per sapere a che punto fosse la situazione dei crediti, che il Comune vanta nei confronti  della società che ha gestito i parcheggi a pagamento del comune di Latina fino all'ottobre 2012, Urbania – spiega Porcari -. Parliamo di circa 1 milione e mezzo di euro, soldi frutto dei proventi dei parcometri che la società incassava e non ha mai versato nelle casse comunali. Non ho ancora ricevuto risposta”.

Come spiega il consigliere del Pd, per affrontare la questione era stata richiesta la convocazione della Commissione Viabilità, ma la seduta del 17 settembre scorso è stata rinviata a la nuova data mai fissata di nuovo. Di qui la richiesta della convocazione della Commissione Trasparenza.

“Il presidente Sarubbo prontamente, e lo ringrazio per la competenza e la professionalità, ha convocato la  Commissione per i giorni  20.26 e 27 settembre in nessuna delle 3 commissioni si è presentato un delegato del settore viabilità. In data odierna però ha partecipato alla commissione il dirigente del settore avvocatura, il quale ha rilasciato le seguenti affermazioni:

- nel novembre 2012 appena scaduto il contratto tra Urbania e il comune di Latina abbiamo richiesto tutte le carte per poter procedere per vie legali per la riscossione dei crediti. Da allora non ci è stata fornita nessuna documentazione;
- il settore viabilità ha comunicato all'avvocatura che si sarebbe scontata una parte del debito che Urbania vantava nei confronti del comune prendendo possesso dei parcometri. Però non è dato sapere se si sia fatta una perizia "terza" sul reale valore dei parcometri;
- c'è un alto rischio che le fideiussioni stipulate da Urbania come garanzia per la sottoscrizione del contratto non siano valide e quindi correremo il rischio di non poter riscuotere quei soldi.
- non è dato sapere se esiste un contratto sottoscritto per il passaggio di proprietà che c'è stato nel giugno 2012 da Consorzio Urbania a Urbania Multiservizi. Se la inesistenza del contratto fosse confermata, si metterebbero a rischio gli incassi riguardanti le penali che Urbania deve al comune per i giorni di ritardo nei pagamenti”.

“Quello che da anni come PD denunciamo alla fine si sta avverando. Rischiamo di perdere centinaia di migliaia di euro per la negligenza di una maggioranza che ha sempre sottovalutato il problema. Mentre la Commissione Trasparenza procederà alla ricerca della verità nelle prossime sedute già calendarizzate, come gruppo Pd ci aspettiamo ora dall'amministrazione un atteggiamento diverso, finalmente a tutela degli interesse dei cittadini anche con esposti alla magistratura inquirente”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos Urbania, Porcari: “Debito di oltre un milione e il Comune tace”

LatinaToday è in caricamento