Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Ponza

Sindaco di Ponza e altri quattro a processo per la centrale elettrica

Sotto accusa le autorizzazioni all'accensione dell'impianto di Giancos e i ritardi nella gara d'appalto. Il rinvio a giudizio stabilito oggi dal gup Marcelli

Sono stati rinviati a giudizio dal gup Guido Marcelli il sindaco di Ponza, Piero Vigorelli, il vicesindaco Giosuè Coppa, e i responsabili della Sep, Silverio, Giorgio e Monica Vitiello per la questione della centrale elettrica di Ponza.

Al centro delle contestazioni, le autorizzazioni per l’accensione dell’impianto di Giancos, ormai inattivo, concesse tra il 1 novembre 2012 e l’11 aprile 2013, che avrebbero portato all’emissione di fumi nonostante il permesso fosse stato revocato dalla Provincia il 14 dicembre 2011.

A chiedere il rinvio a giudizio erano stati i pubblici ministeri Marco Giancristofaro e Valerio De Luca che contestano a tutti e cinque la violazione delle norme ambientali e al primo cittadino anche l’omissione di atti d’ufficio, per i ritardi relativi all’indizione di una gara per realizzare una nuova centrale.

Parti offese nel procedimento sono Provincia, Regione e Vincenzo Mazzarella, titolare della società nautica che sorge al confine con la centrale. Il processo inizierà il 17 novembre davanti al secondo collegio penale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaco di Ponza e altri quattro a processo per la centrale elettrica

LatinaToday è in caricamento