Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Centro / Viale XVIII Dicembre

Centro di Alta Diagnostica a Latina, ecco l’accordo di programma

La firma nella giornata di ieri dopo un sopralluogo nei locali di viale XVIII Dicembre, alle spalle della facoltà di Medicina, che ospiteranno il centro e che saranno ristrutturati grazie ad un contributo di 800mila euro della Provincia

Passo importante quello compiuto nel pomeriggio di ieri verso la realizzazione del Centro di Alta Diagnostica a Latina. Un progetto atteso da anni e che nel corso del tempo ha incontrato non poche difficoltà.

Nel pomeriggio di ieri presso la sala Loffredo della Provincia di Latina è stato firmato l’accordo di programma, siglato dal presidente della Provincia Eleonora Della Penna, dal sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi, dal consigliere della Fondazione Roma Scienza e Ricerca, Alfredo Loffredo alla presenza del professor Carlo Della Rocca in rappresentanza dell’Università La Sapienza di Roma.

Prima della firma il sopralluogo nei locali di viale XVIII Dicembre - alle spalle della facoltà di Medicina - che ospiteranno il centro. Proprio in merito a questo punto, il presidente Della Penna ha confermato ieri un contributo di 800mila euro che verranno utilizzati per la ristrutturazione dei locali.

“La firma dell’Accordo di programma – ha spiegato il numero uno di via Costa – è un passaggio essenziale di questo progetto. Il mio ringraziamento va senza dubbio alla Fondazione Roma che, per prima grazie ad un forte impegno economico ma ancor prima ad una grande disponibilità nei confronti del nostro territorio, ha creduto alla realizzazione di un progetto tanto ambizioso.

Un ringraziamento va anche al Comune di Latina che ha seguito ogni passaggio di questo percorso e ci ha creduto fin dalle prime fasi, non posso non sottolineare, inoltre, l’impegno dell’Università La Sapienza che, ancora una volta conferma, con forza, di credere in questo territorio, nelle sue potenzialità e amplia sempre più l’offerta formativa a favore dei ragazzi della nostra provincia”.

centro_alta_diagnostica-2centro_alta_diagnostica_sopralluogo-2 centro_alta_diagnostica_1-2

“Per quanto riguarda l’ente che rappresento – aggiunge il presidente della Provincia, uno dei partner principale, unico ente co-finanziatore del Centro di Alta Diagnostica -, come amministrazione, abbiamo voluto fare la nostra parte. Non senza fatica. L’impegno economico per portare avanti e garantire, di fatto, la realizzazione del Centro di Alta Diagnostica, è per noi certamente gravoso. Lo è ancor di più in questo momento, con la recente riforma che, come tutti sanno, ha tagliato ingenti risorse ai nostri enti. Per questo ogni somma che la Provincia riesce a reperire dal suo bilancio è preziosa. Lo è per le scuole di cui ancora ci occupiamo, lo è per la manutenzione delle strade, lo è per la tutela del nostro ambiente”.

“Sono assolutamente certa, proprio per il valore che assume ogni impegno di spesa in questo momento così difficile, che il Centro di Alta Diagnostica sia un progetto al quale non potevamo rinunciare e che non potevamo continuare a rinviare, come è accaduto in questi ultimi anni. Questa è una opportunità per il nostro territorio, per la sanità di questa provincia, per la ricerca e la formazione all’interno dell’Ateneo Pontino. Per questo - ha concluso Eleonora Della Penna - sono felice di sottoscrivere un accordo di programma che sancisce, una volta per tutte, il via libera all’iniziativa e per questo voglio ringraziare, ancora una volta, la Fondazione Roma e tutti i protagonisti istituzionali che hanno dato e che, ne sono certa, continueranno a dare il loro contributo per questa importantissima iniziativa”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro di Alta Diagnostica a Latina, ecco l’accordo di programma

LatinaToday è in caricamento