rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Maenza

Maenza, centro raccolta veicoli fuori uso sequestrato dai carabinieri

Accertato il deposito incontrollato di parti di veicoli fuori uso, la mancata pavimentazione ed impermeabilizzazione del sito e l'assenza di autorizzazione allo scarico delle acque reflue. Tutto nasce da un'indagine dopo un investimento mortale a Sezze

Centro raccolta veicoli fuori uso sequestrato dai carabinieri a Maenza

A conclusione di attività di controllo ambientale svolto dai militari del Nucleo Operativo Ecologico di Roma, insieme ai colleghi del Comando Provinciale di Latina, è stato eseguito ieri il decreto di sequestro preventivo disposto dal Tribunale di Latina. 

Nell’area interessata, della superficie di circa 5000 metri quadri, i carabinieri hanno accertato “il deposito incontrollato di parti di veicoli fuori uso, la mancata pavimentazione ed impermeabilizzazione del sito nonché l’assenza di autorizzazione allo scarico delle acque reflue”.

L’operazione scaturisce da un'altra indagine svolta dai carabinieri del Reparto Operativo di Latina in seguito ad un incidente mortale avvenuto a Sezze nel novembre del 2015.

Al termine delle indagini, il gestore del centro, un commerciante di Maenza, era stato sottoposto agli obblighi di polizia giudiziaria, indagato unitamente ad altre due persone tra le quali il conducente del veicolo, sottoposto agli arresti domiciliari, che la sera del 12 novembre 2015 aveva investito e ucciso un'anziana per poi fuggire facendo perdere le proprie tracce.

In particolare l'attività dei militari dell'Arma aveva permesso di acclarare le responsabilità del gestore del centro, che aveva provveduto dolosamente a rottamare l’autovettura coinvolta nell’incidente al fine di occultare le prove del delitto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maenza, centro raccolta veicoli fuori uso sequestrato dai carabinieri

LatinaToday è in caricamento