menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ad un mese dall’uccisione la cerimonia in ricordo di Vittorio Iacovacci e Luca Attanasio

Per il trigesimo della morte del carabiniere pontino e dell'ambasciatore italiano assassinati in Congo, celebrate una cerimonia al cimitero di Sonnino e la messa all’Abbazia di Fossanova

Ad un mese dalla loro uccisione in Congo, la comunità pontina ha ricordato ancora una volta Luca Attanasio e Vittorio Iacovacci. Era lunedì 22 febbraio quando l’ambasciatore italiano e il carabiniere originario di Sonnino hanno perso la vita a seguito di un conflitto a fuoco nella Repubblica Democratica del Congo insieme al loro autista Mustapha Milambo.

E nella ricorrenza del trigesimo della loro morte, nel pomeriggio di oggi, 22 marzo, nel cimitero di Sonnino si è tenuta una cerimonia di commemorazione durante la quale è stata deposta una corona di fiori presso la tomba del militare caduto durante la missione di pace mentre serviva il suo Stato, e successivamente è stata celebrata una messa in suffragio all’Abbazia di Fossanova.

All’evento hanno preso parte il prefetto di Latina Maurizio Falco, il comandante Unità Mobili e Specializzate “Palidoro”, generale di Corpo D’Armata Maruccia, il comandante della II Brigata Mobile di Livorno, generale di brigata Iasson, il comandante del 13° Regimento di Gorizia, colonnello Ceglie, il comandante provinciale dei Carabinieri di Latina, colonnello D’Aloia, il questore di Latina Spina, il comandante provinciale della Guardia di Finanza di Latina, colonnello Palma, la vedova dell’Ambasciatore Zakia Seddiki ed altre autorità locali.   
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La tradizione in tavola: la Carbonara

  • Cucina

    La tradizione in tavola: la pastiera napoletana

Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento