Maxi esercitazione della protezione civile: si apre a Priverno "Childex 2019"

Si tratta della prima esercitazione in Italia alla presenza di popolazione adulta e minori. Parteciperanno 250 volontari e saranno coinvolti 328 cittadini

Foto pagina Facebook Protezione civile Coc Priverno

Si chiama "Childex 2019" la prima esercitazione a scala reale di protezione civile che sarà organizzata domani 4 ottobre e venerdì 5 a Maenza e a Priverno. Domani, in occasione dell'apertura dell'evento presso il campo sportivo Antonio D'Annibale in via San Lorenzo a Priverno, alle 17 è in programma un incontro al quale parteciperanno il prefetto Maria Rosa Trio, l'assessore regionale Massimiliano Valeriani, il sindaco di Priverno Anna Maria Bilancia, il sindaco di Maenza Claudio Sperduti, il direttore dell'Agenzia regionale di Protezione civile Carmelo Tulumello, il responsabile Unità Emergenze di Save The Children Federico Cellini e il responsabile organizzativo di Childex 2019 Antonio Colombi. 

Sarà l'occasione per fornire i dettagli dell'organizzazione di un evento che rappresenta la prima esercitazione a scala reale in Italia alla presenza di popolazione adulta e minori. Childex 2019 è organizzata dall'Agenzia regionale di Protezione civile d'intesa con la Prefettura di Latina e con la collaborazione delle amministrazioni comunali di Priverno e Maenza e di Save The Children. Saranno coinvolte le organizzazioni di volontariato con circa 250 volontari e ben 328 cittadini, tra cui 178 adulti e 150 minori. 

Intanto, sono già iniziati a Priverno i lavori di allestimento del campo di accoglienza per l'esercitazione (foto: pagina Facebook Protezione civile Coc Priverno). Da questa mattina sono arrivati circa 150 volontari provenienti da tutta la regione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

Torna su
LatinaToday è in caricamento