Cronaca Itri

Chiusa l'indagine sull'omicidio Cappia: chiesto l'immediato per Ruggieri

Il sostituto procuratore Giuseppe Bontempo ha chiuso il fascicolo sul delitto consumato a settembre scorso a Itri dove fu trovato carbonizzato il corpo dell'enologo romano

Chiusa l’indagine sull’omicidio di Ulrico Cappia, l’enologo romano di 58 anni trovato carbonizzato nella sua auto nei pressi di un’azienda in località Porcignano a settembre dello scorso anno.

Secondo l’accusa, sarebbe stato l’operaio Giuseppe Ruggieri a commettere quel delitto, spinto da rancori: il movente viene inquadrato nella responsabilità della vittima rispetto al licenziamento del presunto assassino che era impiegato nell’azienda vinicola dove Cappia lavorava come consulente.

Questa l’ipotesi della Procura che, sulla scorta di una serie di elementi ritenuti fondati, ha chiuso il fascicolo e chiesto per Ruggieri il giudizio immediato. Su questa richiesta dovrà ora esprimersi il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Latina.

Per il sostituto Bontempo sono sufficienti gli elementi raccolti dai carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Latina, certi che la sera del 4 settembre Ruggieri abbia prima impugnato una pistola calibro 7,65, sparando alcuni colpi contro la vittima, per poi dare fuoco alla sua auto.

Così come nel provvedimento di fermo che aveva colpito l’indagato, non emergerebbe il coinvolgimento di altre persone.

Solo un quadro indiziario secondo la difesa del 56enne, senza nessuna prova certa. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusa l'indagine sull'omicidio Cappia: chiesto l'immediato per Ruggieri

LatinaToday è in caricamento