Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Prampolini / Via Villafranca

Casa dello studente verso la chiusura? Il Pd propone un accordo

I consiglieri Moscardelli e Cozzolino avanzano l'ipotesi di un accordo tra l'Ater e Laziodisu per evitare la chiusura della struttura e lo spostamento degli studenti negli alloggi della Q4

Chiude la casa dello studente in via Villafranca? La voce che gira ormai da giorni sembra acquisire sempre più consistenza.

Il rischio di chiusura per la struttura dove alloggiano gli studenti fuori sede che frequentano l’università pontina deriva dalla difficoltà di Laziodisu, l’ente che gestisce il diritto allo studio nella Regione Lazio, di pagare il canone all’Ater che ha costruito l’edificio.

Dopo le lamentele dei borsisti che alloggiano nelle case di via Villafranca, interviene anche il Pd di Latina che, attraverso i suoi consiglieri comunali Claudio Moscardelli e Alessandro Cozzolino, suggerisce una soluzione, una sorta di compromesso fra le parti coinvolte alle quali ha inviato una lettera.

“Coinvolgeremo il presidente dell’Ater – dichiarano Moscardelli e Cozzolino – il presidente di Laziodisu e i sindaco di Latina per un accordo tra l’Azienda di edilizia residenziale e l’ente universitario. Proponiamo che Laziodisu giri all’Ater gli appartamenti di Viale Paganini e in cambio l’Ater ceda a Laziodisu la casa dello studente di Via Villafranca. Naturalmente con le eventuali compensazioni”.

Per ora l’unica alternativa che viene presentata è il trasferimento degli studenti negli alloggi di via Paganini in Q4. Ipotesi che viene smontata dagli stessi consiglieri.

“L’idea di alloggiare gli studenti in Viale Paganini è assurda – dichiara Cozzolino – perché non c’è un servizio di trasporti pubblici a Latina talmente efficiente da consentire spostamenti rapidi per i ragazzi che frequentano le facoltà in centro. Inoltre a ridosso della sessione di esami è impensabile intimare i traslochi senza intaccare il rendimento”.

Nella situazione si inserisce anche la vertenza occupazionale, che vede protagonisti anche i quattro vigilantes e i due addetti alle pulizie impiegati in Via Villafranca.

“Il Comune si faccia da tramite – aggiunge Moscardelli –, nelle commissioni consiliari competenti chiediamo che intervengano i rappresentanti degli studenti e i vertici di Ater e Laziodisu per trovare in tempi brevissimi una soluzione per tutti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa dello studente verso la chiusura? Il Pd propone un accordo

LatinaToday è in caricamento