Cronaca Roccagorga

Accoglienza profughi, nuovi controlli. Chiuso centro a Roccagorga

Dopo la vicenda della cooperativa di Sezze, ancora prese di mira le strutture che ospitano i rifugiati. Ordinanza di sgombero del sindaco Amici perchè l'immobile era sovraffollato

Provvedimenti contro un altro centro di accoglienza profughi. Dopo lo scandalo della cooperativa Fantasie di Sezze che ha colpito l’opinione pubblica con la notizia dell’arresto di due dei responsabili accusati di truffa, torna sulle pagine della cronaca il tema dell’accoglienza dei rifugiati libici.

Sono proseguiti in questi giorni i controlli dei carabinieri che nella giornata di ieri sono intervenuti a Roccagorga per constatare la regolarità delle locali strutture di accoglienza.

Con l’ausilio degli ispettori della Asl, i militari dell’Arma hanno passato al setaccio tre centri gestiti dalla cooperativa Karibu con sede legale sempre a Sezze, accertando che uno dei tre non rispettava le previste condizioni igienico sanitario e mettendo anche in evidenza il sovraffollamento della struttura che ospitava più dei soggetti che poteva invece contenere.

Dopo le sanzioni amministrative elevate a danno della titolare, immediato lo sgombero dell’immobile e la tempestiva chiusura dello stesso a seguito di un ordinanza emessa dallo stesso sindaco di Roccagorga Carla Amici che ha anche predisposto il trasferimento degli 11 profughi presso l’ostello comunale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoglienza profughi, nuovi controlli. Chiuso centro a Roccagorga

LatinaToday è in caricamento