rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Cisterna di Latina

Cisterna, chiude in casa la madre malata lasciandola senza cibo: rinviata a giudizio

L'anziana, diabetica e affetta da demenza senile, era stata liberata dai vigili del fuoco chiamati dai vicini

Dovrà rispondere di abbandono di persona incapace una donna di Cisterna rinviata a giudizio questa mattina dal giudice per l’udienza preliminare Castriota.

La 34enne, residente a Cisterna, secondo l’accusa avrebbe  abbandonato la madre 73enne e affetta da demenza senile, ipertensione e diabete all’interno dell’abitazione che condividevano chiudendola a chiave dall’esterno e con un telefono non funzionante. L’anziana in qualche modo era riuscita a chiedere aiuto iniziando ad urlare e richiamando così l’attenzione di alcuni vicini di casa che avevano avvisato le forze dell’ordine.

Erano stati i vigili del fuoco e forzare la porta dell’abitazione dove avevano trovato la donna in condizioni igieniche precarie. La figlia era stata quindi denunciata per abbandono di persona incapace, reato per il quale questa mattina è stata rinviata a giudizio: il processo inizierà il 2 maggio prossimo davanti al giudice monocratico del Tribunale di Latina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cisterna, chiude in casa la madre malata lasciandola senza cibo: rinviata a giudizio

LatinaToday è in caricamento