rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Cronaca Cisterna di Latina

Aggressione omofoba a Cisterna: 18enne preso a sassate e colpito al volto

Il giovane, che sta affrontando un processo di transizione, è stato accerchiato da due ragazzini, deriso e aggredito

Lo hanno accerchiato, hanno gridato frasi omofobe e offensive e dalla macchina hanno lanciato un sasso che lo ha colpito in pieno volto. Un'aggressione terribile, e tra l'altro non la prima, quella subita da un 18enne di Cisterna che sta affrontando un processo di transizione. Tutto è accaduto nella giornata di martedì 30 agosto, in pieno centro, vicino alla scuola darby. A raccontare l'accaduto è stata la stessa vittima attraverso un posto pubblicato sui social in cui mostra una ferita e il sangue sul viso.

Queste le frasi gridate da due ragazzini a bordo di una mini car celeste: "Magari riapriressero i forni crematori" e ancora "trans lesbica di merda". Gli hanno poi lanciato un sasso, lo hanno deriso e sono fuggiti. Al 18enne non è rimasto altro che farsi medicare la ferita, ma ha mai avuto intenzione di tacere e si è immediatamente recato alle forze dell'ordine per presentare una denuncia. "Non augurerei mai ai vostri figli, fratelli e fidanzati - scrive - di provare ciò che in questi anni la città questa fatto provare a me". E aggiunge: "A 13 anni, a 14 avevo il terrore di passare per le strade, di camminare, per tutto quello che subivo: insulti, minacce e addirittura botte. Ma a 18 anni no, non lo concepisco e farò in modo di far girare la storia e condannarvi come posso".

Aggressione omofoba: condanna dell'amministrazione comunale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione omofoba a Cisterna: 18enne preso a sassate e colpito al volto

LatinaToday è in caricamento