Occupa uno stabile abbandonato: aggredisce i poliziotti e prende a calci l'auto di servizio

Un rumeno di 52 anni è stato arrestato a Cisterna. Era una vecchia conoscenza del commissariato di polizia e già in passato si era reso responsabile di resistenza a pubblico ufficiale

Un cittadino rumeno è stato arrestato a Cisterna dagli agenti del commissariato di polizia. Si tratta di Adrian Cojocaru, 52 anni, pregiudicato, rintracciato dai poliziotti all'interno di un edificio in stato di abbandono che si trova in via Frosinone. Nei mesi scorsi l'uomo era già stato arrestato per aver picchiato e ferito un altro straniero con il quale si contendeva l'occupazione dell'alloggio. In quella circostanza l'uomo aveva opposto resistenza al personale della volante che era intervenuto per scongiurare una fuga di gas nello stabile. Il giudice aveva poi stabilito a carico del 52enne l'obbligo di firma al commissariato.

Ma in questi mesi l'uomo era tornato nello stabile abbandonato e lo aveva occupato di nuovo. Per questa ragione è stato richiesto a suo carico un inasprimento della misura cautelare con la misura di prevenzione dell'avviso orale del questore, emessa anche a carico di altri soggetti che occupavano abusivamente l'abitazione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella serata di ieri, 2 giugno, gli agenti hanno notificato la nuova misura cautelare ma il 52enne straniero si è scagliato contro gli uomini del commissariato colpendoli con pugni e testate. Poi ha rivolto la sua furia contro l'auto di servizio della volante, prendendola a calci e danneggiandola. Ne è nata una violenta colluttazione nel corso della quale gli operatori sono riusciti ad immobilizzare l'uomo, riportando però ferite giudicate guaribili con prognosi rispettivamente di due e di otto giorni. Cojocaru è stato dunque ristretto in una cella di sicurezza del commissariato e condotto per il rito direttissimo in Tribunale. Il giudice ha convalidato l'arresto e disposto il trasferimento in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Incidente a Sabaudia sulla Migliara 53, scontro tra auto e furgone: muore un ragazzo, due feriti

  • Coronavirus Latina, 126 nuovi casi. Sotto osservazione zone della movida e coprifuoco

  • Coronavirus: nel Lazio 1541 nuovi casi e 10 decessi. In provincia il secondo dato più alto di sempre

  • Coronavirus, 1687 nuovi casi nel Lazio e 9 morti. E' massima allerta

  • Coronavirus Latina, nuovo record: 209 contagi e due morti. I casi sono in 22 Comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento