Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Cisterna, dà in escandescenze in commissariato e si scaglia contro gli agenti: arrestato

Il giovane di 29 anni di origini marocchine si era presentato in Commissariato per il ritiro del permesso di soggiorno della figlia minore. E’ accusato di violenza, resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale

Momenti di tensione sono statti vissuti nella mattinata di oggi, giovedì 10 giugno, presso l’ufficio stranieri del commissariato di polizia di Cisterna con un giovane di 29 anni di origini marocchine che è stato arrestato per violenza, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

Il ragazzo, come riferiscono dalla Questura, si era presentato per chiedere il ritiro del permesso di soggiorno della figlia minore che non era al momento presente. Chieste notizie circa la bambina, il 29enne è andato su tutte le furie, insultando gli agenti e rifiutando di esibire un valido documento. Per questo gli agenti hanno proceduto con la sua completa identificazione anche mediante fotosegnalamento presso il locale posto di Polizia Scientifica. A questa ulteriore notizia il ragazzo ha reagito con ulteriore estrema violenza, scagliandosi contro gli agenti e cagionando lesioni ad un poliziotto che ha riportato una ferita lacero contusa ad un avambraccio.

Il giovane è stato quindi arrestato, anche perché non nuovo a questi comportamenti, e presentato nella tarda mattinata odierna innanzi al Tribunale di Latina per la convalida dell’arresto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cisterna, dà in escandescenze in commissariato e si scaglia contro gli agenti: arrestato

LatinaToday è in caricamento