Cisterna, cavalli maltrattati e tenuti in precarie condizioni igieniche: denunciati due Di Silvio

Gli animali sottoposti a sequestri e portati in un maneggio protetto. Il ritrovamento in un ricovero nel bosco del "Filetto"

Cavalli mantenuti in precarie condizioni igienico sanitarie all'interno del bosco di Filetto, in un ricovero ricavato nella boscaglia. E' quanto hanno scoperto gli uomini del commissariato di polizia di Cisterna nel corso di un mirato servizio di contorllo sul territorio. Due animali, appartenenti alla nota famiglia dei Di Silvio, sono stati sequestrati in collaborazione con il servizio veterinario della Asl di Aprilia. 

I cavalli erano collocati all'interno di strutture inadatte alla protezione e presentavano ferite sui garretti, frutto probabilmente di trascuratezza. Erano inoltre imbrigliati a veicoli con ruote non omologati a questo scopo. All'interno del ricovero sono state inoltre sequestrate numerose confezioni di farmaci, anche per uso non veterinario, in pessimo stato di conservazione. Gli investigatori del commissariato di Cisterna avevano ricevuto nei giorni scorsi diverse segnalazioni che li hanno portati a intervenire per un controllo. Era stato segnalato in particolare l'utilizzo di calessi sulle strade cittadine da parte della famiglia Di Silvio, episodi che si erano verificati anche nel capoluogo pontino per rimarcare la presenza sul territorio.

I cavalli sottoposti a sequestro sono stati ora trasportati in un maneggio protetto e i due proprietari sono stati denunciati a piede lbero per maltrattamento di animali. Ulteriori accertamenti sono in corso per verificare le condizioni degli animali e le conseguenze dei farmaci somministrati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

  • Banda dei furti seriali, in udienza la difesa contesta l'associazione a delinquere

Torna su
LatinaToday è in caricamento