Cisterna: Jaguar non immatricolata, senza assicurazione e con targa falsa. Sequestrata

La scoperta della polizia locale durante un controllo; l’auto fermata sull’Appia. Multa da 1500 euro per il conducente

Jaguar non immatricolata, senza assicurazione e con targa falsa: questa la scoperta fatta dalla polizia locale di Cisterna nel corso di un controllo. E’ accaduto nella giornata di martedì 15 gennaio mentre i vigili urbani erano impegnati in un posto di blocco lungo l’Appia Sud. 

L’auto con targa estera è stata fermata e sottoposta ad un controllo: dopo aver notato come il veicolo fosse immatricolato in Bulgaria ma con caratteri tipici di una targa tedesca, la polizia locale ha deciso di approfondire la vera nazionalità del veicolo e se lo stesso fosse in regola con le norme sulla circolazione stradale, dal momento che anche il conducente, un giovane di 23 anni originario di Bari ma residente a Terracina, non era in grado di fornire i documenti di immatricolazione della vettura ed aveva mostrato una targa prova scaduta. 

Portato presso il comando, i vigili hanno scoperto una situazione ancora più preoccupante: il veicolo stava circolando al di fuori di ogni regola sulla circolazione stradale. Infatti, spiegano dalla polizia locale di Cisterna, era stato immatricolato in Italia fino a luglio 2018 per poi essere radiato; entrambe le targhe sono risultate integralmente falsificate, e quella applicata sul mezzo è risultata effettivamente appartenere ad un veicolo Jaguar immatricolato in Bulgaria ma con un diverso numero di telaio. “Ciò, pertanto, denota l’intento di aggirare un eventuale controllo poco approfondito. Il veicolo quindi risultava non immatricolato, sprovvisto di copertura assicurativa e delle targhe proprie”.

Il conducente ha collezionato così diverse violazioni al Codice della Strada per un importo di oltre 1.500 euro di sanzioni oltre al sequestro del veicolo successivamente confiscato con provvedimento del Prefetto. E’ stato anche deferito alla Procura della Repubblica di Latina per il reato di contraffazione ed uso di targa falsa.

Sono inoltre in corso ulteriori accertamenti finalizzati a scoprire la provenienza del veicolo.

“A seguito delle nuove normative in tema di circolazione dei veicoli esteri - afferma il comandante della Locale Raoul De Michelis - abbiamo intensificato i controlli alla circolazione stradale e in meno di due mesi è il secondo caso di targhe estere false accertato dal nostro Comando. Situazioni del genere sono preoccupanti perché nascondono situazioni illegittime e favoriscono l’utilizzo di tali veicoli per commettere altri crimini in quanto diventa poi difficile individuare i reali responsabili della loro circolazione. L’attività di controllo preventiva dunque è per noi fondamentale e su questa continueremo ad operare. Un plauso va ai nostri agenti impegnati quotidianamente nelle strade della città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Daniele Nardi: a un anno dalla scomparsa la moglie racconta l'impresa sul Nanga Parbat

  • Latina, due rapine in un'ora: colpiti un alimentari e un tabaccaio. Pestaggio al titolare

  • Pontina, colpito da un malore mentre è alla guida, muore un automobilista

  • Mega incidente sull'Appia a Sabaudia, auto si ribalta: sei feriti

  • Sette etti di cocaina e un revolver nascosti in casa: blitz e arresto della squadra mobile

  • Traffico di auto e trattori rubati: altro colpo della polizia stradale alla banda

Torna su
LatinaToday è in caricamento