menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scatenò il panico dopo la festa di San Rocco: Daspo Willy per un 27enne di Cisterna

I fatti risalgono al 2019. E' stato accusato e condannato per rapina, lesioni, resistenza e violenza a pubblico ufficiale

Un nuovo Daspo Willy è stato emesso dal questore di Latina, questa volta a carico di un 26enne, C.D. le sue iniziali, domiciliato a Cisterna. Il provvedimento vieta l'accesso agli esercizi pubblici e ai locali di intrattenimento ed è chiamato così in memoria di Willy Monteiro, vittima del pestaggio avvenuto a Roma.

L'uomo era stato arrestato dai poliziotti del commissariato in flagranza di reato per rapina aggravata, lesioni, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, oltre che per violazione della disciplina sulle armi.

Il panico scatenato alla festa di San Rocco

I fatti risalgono al 17 agosto del 2019, durante la festa patronale di San Rocco. Il 27enne aveva scatenato il panico nel centro cittadino. Dopo i festeggiamenti, mentre le famiglie ancora affollavano l'isola pedonale, il ragazzo aveva scatenato una rissa in Piazza Amedeo di Savoia, poi aeva rubato un'auto e a folle velocità aveva percorso l'area pedonale di Piazza XIX marzo e poi Corso della Repubblica contromano. Nella sua folle corsa aveva anche sfiorato i clienti seduti ai tavolini di un bar e poi, di fronte agli agenti che gli intimavano l'alt, aveva accelerato la marcia. Infine, una volta bloccato dai poliziotti, li aveva colpiti con calci e pugni riuscendo in un primo momento anche a scappare.

Il provvedimento che vieta di frequentare locali pubblici

A gennaio scorso il 27enne è stato condannato a quattro anni di carcere. Ora il questore ha emesso anche un Daspo, che prevede il divieto, per ragioni di sicurezza, nei confronri delle persone ritenute socialmente pericolose, di frequentare locali pubblici, come oub, bar, ristoranti o discoteche, o di sostare nelle immediate vicinanze degli stessi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La tradizione in tavola: la Carbonara

  • Cucina

    La tradizione in tavola: la pastiera napoletana

Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento