rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca Cisterna di Latina

Nastro adesivo e sacchi giganti nell'auto di Sodano, i dubbi sul loro utilizzo

Il materiale rinvenuto nell'auto dell'omicida di Cisterna per i suoi legali serviva per la pesca. Per ora non viene contestata la premeditazione

Resta per ora un mistero il contenuto dello zainetto che gli investigatori della Squadra mobile di Latina hanno sequestrato a Christian Sodano il pomeriggio del suo arresto a Latina dopo l'uccisione di Nicoletta Zomparelli e Renée Amato a Cisterna.

All'interno della borsa che si trovava nell'auto del 27enne maresciallo della Guardia di finanza infatti c'erano alcuni sacchi di plastica neri per la spazzatura formato gigante, del nastro adesivo e guanti oltre ad un manganello e ad un paio di manette di quelli che solitamente sono in dotazione alle forze di polizia. Un rinvenimento che sta sollevando una serie di interrogativi negli inquirenti che si domandano se il ragazzo non avesse premeditato di uccidere la sua fidanzata Desyrée Amato e nasconderne il corpo. L'ipotesi resta in piedi anche se nella sua ordinanza di custodia cautelare emessa a conclusione dell'udienza di convalida il giudice per le indagini prelimnari Giuseppe cario ha disposto il carcere per il reato di duplice omicidio volontario senza contestare alcuna aggravante quale potrebbe essere in questo caso quella della premeditazione. 

Da parte loro i legali di Sodano, gli avvocati Lucio Teson e Leonardo Palombi, rispondendo ad alcune domande specifiche all'uscita dal carcere hanno negato decisamente che tali oggetto siano legati a quanto accaduto nella villetta di via dei Monti Lepini, teatro degli omicidi. "Quelli non servono a niente e li utilizzava per altro – hanno sottolineato – quel materiale serve soltanto per la barca perché lui è un patito della pesca".  Per quanto riguarda invece manganello e manette avrebbero invece un valore affettivo essendo appartenuti alla madre che era una poliziotta. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nastro adesivo e sacchi giganti nell'auto di Sodano, i dubbi sul loro utilizzo

LatinaToday è in caricamento