La lunga estate cisternese: altri due progetti culturali finanziati dalla Regione

Si tratta di “E-state a Palazzo” e di “Saperi e Sapori di Cisterna”, due progetti elaborati dal settore Cultura del Comune di Cisterna e finanziati rispettivamente per 12mila e 21mila euro

Palazzo Caetani a Cisterna

Altri due progetti culturali finanziati dalla Regione a Cisterna. 

La tradizionale rassegna “Cisterna Estate” quest’anno, infatti, sarà ancora più lunga e ricca grazie alle due iniziative ritenute meritevoli di finanziamento dalla Regione: si tratta di “E-state a Palazzo” e di “Saperi e Sapori di Cisterna”, due progetti elaborati dal settore Cultura del Comune di Cisterna e finanziati rispettivamente per 12mila e 21mila euro.

“E-state a Palazzo”

“E-state a Palazzo”, spiega l’Amministrazione comunale, prevede, nei fine settimana fino a tutto settembre, “visite guidate a Palazzo Caetani secondo metodiche adatte per ogni tipo di pubblico e sviluppate come conversazioni che traggono spunto dalle opere in visione. Un personaggio narrante accompagnerà il visitatore nel suo tour mentre per i bambini fino ai 13 anni si terranno incontri, giochi, letture sulla storia e tradizioni di Cisterna. A supporto del turismo sostenibile ci saranno collegamenti con bus elettrici, l’istallazione di un impianto di segnaletica intelligente con QR Code e App accompagnata da una pubblicazione interattiva”.

“Saperi e Sapori di Cisterna”

“Saperi e Sapori di Cisterna” invece unirà cultura ed enogastronomia con due manifestazioni che si protrarranno per tutto il mese di settembre. “Il primo sarà un festival letterario nella corte di Palazzo Caetani con incontri con scrittori di fama nazionale all'insegna di un tema e di un genere contraddistinti da un colore: tema rosso (romanzo, emozioni, psicologia), tema blu (sociale, attualità), tema giallo (crime fiction) e tema verde (viaggio o sport). Le presentazioni degli autori saranno corredate da stand di case editrici e musica dal vivo. La seconda manifestazione valorizzerà e promuoverà le produzioni vinicole, unitamente al settore food, con la riscoperta dell'identità dei luoghi, del patrimonio storico-artistico, della ricchezza delle risorse agricole del territorio”.

Contemporaneamente si terranno, nel Palazzo e in piazza, mostre, spettacoli, animazione.

Soddisfazione in Comune

“Con grande impegno e competenza – afferma il delegato alla Cultura, Pier Luigi Di Cori – questa amministrazione sta elaborando un gran numero di valide progettualità culturali che proprio per questo trovano il sostegno ed il finanziamento della Regione Lazio. E’ questo un fatto importante perché ci consente di fare cultura, promuovere il territorio, animare turisticamente l’economia, senza attingere alle casse comunali e quindi alle tasche dei cisternesi”.

“Sono contenta per l’ulteriore riconoscimento al lavoro di questa amministrazione – ha detto il sindaco Eleonora Della Penna – anche perché ci permetterà di attrarre visitatori oltre la festa di San Rocco offrendo quindi ancora tanti eventi d’interesse culturale e turistico nonché opportunità di lavoro per le attività commerciali locali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus, la curva continua a salire: altri 236 casi, ancora sette morti in 24 ore

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

Torna su
LatinaToday è in caricamento