rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Cronaca Cisterna di Latina

Aggressione omofoba, l'associazione Arcigay Seicomesei offre aiuto alla vittima

Aperto quest'anno lo Sportello Arcobaleno, uno spazio sicuro dove volontari dedicati accolgono e offrono un primo aiuto e sostegno psicologico o legale in forma gratuita alle persone LGBTI+

Anche l’associazione Arcigay Latina Seicomesei interviene sull'aggressione omofoba subita dal 18enne transgender di Cisterna nella giornata del 30 agosto, esprimendo "assoluta condanna per i gravissimi atti di violenza proprio nel territorio in cui da anni opera per costruire ambienti di vita migliori e spazi sicuri per le persone della comunità LGBTI+.

“La lotta per i nostri diritti e soprattutto la nostra sicurezza, è ancora lunga - dichiara Valerio Vitale, presidente di Arcigay Latina Seicomesei - ma non abbasseremo la testa di fronte alle disuguaglianze, alla violenza e all’intolleranza. Risponderemo continuando a cercare sponda nelle istituzioni, nelle associazioni e in tutte le cittadine e i cittadini che sono dalla nostra parte per ristabilire un clima di rispetto e tolleranza in questo Paese e nella provincia di Latina dove noi operiamo. Ci siamo già mossi per offrire aiuto alla vittima di questo ennesimo grave episodio e lo faremo per tutti i membri della nostra comunità del nostro territorio che dovessero farne richiesta”

L’associazione Arcigay Latina Seicomesei ha aperto infatti quest’anno lo Sportello Arcobaleno, uno spazio sicuro dove volontari formati e professionisti dedicati, accolgono e offrono un primo aiuto e sostegno psicologico o legale in forma gratuita alle persone LGBTI+ che ne hanno bisogno. Mandando una mail a sportello@latina.arcigay.it si prende appuntamento e si accede al servizio dopo un colloquio con gli operatori.

Aggressione omofoba a Cisterna: il Comune parte civile

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione omofoba, l'associazione Arcigay Seicomesei offre aiuto alla vittima

LatinaToday è in caricamento