menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il gip Mario La Rosa

Il gip Mario La Rosa

Maltrattamenti sul padre, l'uomo nega tutto davanti al giudice

Interrogato questa mattina il 47enne di Cisterna finito agli arresti domiciliari anche per rapina e estorsione

E’ stato interrogato questa mattina in Tribunale e ha negato tutte le accuse Massimiliano Abbruzzese, il 47enne di Cisterna finito agli arresti domiciliari per maltrattamenti nei confronti del padre, estorsione e rapina.

L’uomo, assistito dall’avvocato Francesca Giuffrida, è stato ascoltato dal giudice per le indagini preliminari Mario La Rosa e ha spiegato che il genitore non è particolarmente lucido e che assume alcuni farmaci ma ha negato di averlo mai picchiato. La difesa ha anche depositato certificazione medica per dimostrare come Abbruzzese non è tossicodipendente come ha invece raccontato l’anziano padre nella sua denuncia.  

Quest’ultimo era stato trovato in lacrime in un bar di Cisterna dagli agenti del Commissariato e aveva accusato il figlio di costringerlo a consegnarli soldi sotto minaccia, di averlo picchiato con pugni e calci, addirittura di avergli puntato alla gola un forchettone e di avere distrutto il televisore e alcuni mobili di casa in un attacco di ira. Per ora il 46enne rimane agli arresti domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento