rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
L'intervento dei carabinieri / Cisterna di Latina

Maltratta l'anziana madre e la rapina della pensione per giocare alle slot: 52enne allontanato

Il provvedimento è scattato dopo una lunga serie di vessazioni, minacce e aggressioni da parte dell'uomo che spendeva tutto il denaro della famiglia per il gioco d'azzardo

Maltrattamenti, estorsione e rapina. Sono questi i reati ipotizzati a carico di un uomo di 52 anni, V.M. le sue iniziali, al quale i carabinieri della stazione di Cisterna hanno notificato la misura cautelare personale dell'allontanamento dalla casa familiare e di divieto di avvicinamento alla parte offesa. Vittima dei maltrattamenti è la madre dell'uomo.

Già nel mese di novembre 2021 i militari del comando di Cisterna erano intervenuti nell'abitazione della vittima perché l'anziana donna, tra l'altro invalida,
aveva segnalato che da tempo il figlio la maltrattava e le estorceva il denaro della pensione per poter giocare ai giochi d'azzardo. Nella giornata del 2 giugno i militari, allertati da una telefonata di un familiare, hanno raggiunto di nuovo l'abitazione trovando l'uomo che riposava. L'anziana madre era invece restia a raccontare l'accaduto per timori di ritorsioni da parte del figlio. Quest'ultimo è stato quindi condotto in caserma e solo allora la donna ha cominciato a raccontare il terrore vissuto in casa a causa del fatto che il 52enne, da oltre 20 anni, era di fatto dipendente dal gioco d'azzardo. Nell'ultimo periodo in particolare la situazione era precipitata per le continue richieste di denaro, speso integralmente nelle sale giochi, e per i metodi violenti e le minacce di morte quotidiane. Nonostante il figlio fosse già stato allontanato dalla casa familiare, dal giorno successivo era riuscito a rientrare nell'appartamento impossessandosi delle chiavi.

Il 1 giugno, quando la donna aveva appena ritirato la pensione, il figlio era tornato nell'abitazione e aveva chiesto la somma di 200 euro minacciando di nuovo di morte sua madre fino ad aggredirla fisicamente fin quasi a farla cadere. L'anziana si era quindi vista costretta, per la paura, a cedere alle richieste e a consegnare la somma, ma poco dopo il figlio, speso già tutto il denaro ricevuto, era rientrato chiedendo altri soldi. A quel punto l'altra figlia della donna ha allertato i carabinieri.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltratta l'anziana madre e la rapina della pensione per giocare alle slot: 52enne allontanato

LatinaToday è in caricamento