Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Cisterna di Latina

Coltivazione di marijuana, l'arrestato: "Tutto legale". Ma il giudice lo lascia in carcere

Il 55enne di Cisterna aveva oltre 500 piante di varie dimensioni con tanto di impianto di ventilazione. Stamattina l'interrogatorio

Resta in carcere Tittino Polsella, il 55enne di Cisterna arrestato venerdì dai carabinieri della Stazione di Cori che nel corso di una perquisizione nella sua abitazione hanno rinvenuto 200 grammi di marijuana e 410 piante di marijuana alte circa 50 centimetri e coltivate nel terreno agricolo posto alle spalle della casa oltre ad altre 96 piante di varie dimensioni di cui lo stesso proprietario curava la crescita con impianti di ventilazione ed illuminazione che erano di un magazzino, sempre nella disponibilità de 55enne.

Polsella, che deve rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti  ed è assistito dall’avvocato Paolo Angeloni, è stato interrogato questa mattina dal giudice per le indagini preliminare del Tribunale di Latina Giuseppe Molfese ed ha risposto alle domande del magistrato spiegando che quelle coltivazioni erano del tutto legali.

A conclusione dell’interrogatorio il gip ha convalidato l’arresto e confermato la custodia cautelare in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltivazione di marijuana, l'arrestato: "Tutto legale". Ma il giudice lo lascia in carcere

LatinaToday è in caricamento