menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fuori strada con l'auto per uccidere la compagna, imprenditore scarcerato

Il 36enne di Cisterna è accusato di tentato omicidio, maltrattamenti e lesioni. Secondo l'accusa ha provocato l'incidente

E’ tornato in libertà l’imprenditore 35enne di Cisterna arrestato il 7 febbraio scorso con le accuse di tentato omicidio, lesioni personali e maltrattamenti in famiglia nei confronti della compagna.

M.D.C., queste le sue iniziali, era accusato di aver deliberatamente provocato un incidente stradale per uccidere la compagna durante un’accesa discussione in auto. Avrebbe detto alla donna Mo’ ti ammazzo per poi successivamente sterzare e far finire la macchina in un canale in via Ninfina. A raccontare questa versione era stata la compagna, rimasta gravemente ferita, ma lui aveva sempre negato. A distanza di qualche settimana dall’arresto aveva ottenuto gli arresti domiciliari mentre qualche giorno fa tale misura è stata revocata e lui è tornato in libertà.

In attesa dell’udienza conclusiva del processo fissata per il 25 novembre prossimo il Tribunale di Latina, presidente Francesco Valentini, ha accolto l’istanza dell’avvocato Lorenzo Magnarelli rimettendo M.D.C. in libertà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La tradizione in tavola: la Carbonara

  • Cucina

    La tradizione in tavola: la pastiera napoletana

Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento