menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vita infernale nel condominio, rinviato a giudizio per stalking

L'imputato per un anno e mezzo ha danneggiato la cassetta della posta, la porta di casa e quella del garage, lanciato bottiglie nel terrazzo dei vicini

Un anno e mezzo di vita infernale a causa di un vicino di casa che aveva messo in atto una serie di comportamenti persecutori. Ieri per il 53enne Michele Pizzella, residente a Cisterna, è arrivato il rinvio a giudizio: il 28 giugno prossimo dovrà comparire davanti al giudice monocratico del Tribunale di Latina per rispondere di stalking condominiale.

A firmare la denuncia marito e moglie residenti in un appartamento in via Pietro Nenni a Cisterna collocato sullo stesso pianerottolo di quello dell’imputato. Dal novembre 2017 fino a marzo 2019, hanno raccontato le parti offese nella loro denuncia, c’è stata una serie di comportamenti persecutori e condotte reiteratamente moleste e minacciose. Prima il danneggiamento della cassetta delle lettere e delle ruote della macchina. Poi si è passati agli sputi ripetuti non soltato contro la serranda del loro garage ma anche contro il portoncino di ingresso della loro abitazione. Non sono mancate nel corso di quell’anno e mezzo le ripetute e insistenti scampanellate alle prime ore del mattino né le minacce alla donna alla quale Pizzella ha detto che non l’avrebbe “passata liscia”. In altre due occasioni l’imputato ha lanciato una bottiglia di birra vuota ed un barattolo di pomodori all’interno del loro balcone e ancora ha preso violentemente a calci la porta della loro casa. Un vero e proprio inferno che ha fatto vivere i due vicini in uno stato perenne di ansia e paura per la loro incolumità.

Ieri mattina Pizzella, assistito dall’avvocato Barbara Scimè, è comparso davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina Mario La Rosa al quale il pubblico ministero ha chiesto il rinvio a giudizio per stalking. Il giudice a conclusione della camera di consiglio ha accolto la richiesta: il processo prenderà il via il 28 giugno prossimo davanti al giudice monocratico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento