rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Cittadinanze facili nello sport, l’inchiesta arriva anche a Latina

Inchiesta sull'asse Fermo-Latina-Reggio Calabria: indagate 34 persone, e accertamenti sulle posizioni di una ventina di calciatori di A e calcio a cinque, e di pallavoliste di serie minori

È partita da Fermo ma è arrivata anche a Latina raggiungendo Reggio Calabria l’inchiesta dei carabinieri della provincia marchigiana che stanno ora indagando su un traffico di nazionalità italiane 'facili'.

Sono 34 le persone iscritte sul registro degli indagati fra procuratori sportivi e intermediari, amministratori e funzionari comunali, mentre sotto la lente d’ingrandimento vengono passate le posizioni di una ventina di calciatori di serie A, di calcio a cinque, e di pallavoliste in forza a squadre di serie minori.

I Carabinieri stanno facendo controlli incrociati sulla cittadinanza ottenuta da decine di stranieri, per lo più sudamericani, attraverso il riconoscimento dello iure sanguinis: una procedura che consente ai figli di italiani all'estero il riconoscimento della cittadinanza italiana.

Il raggiro si articolerebbe in una triangolazione fra le città di Fermo, Latina e Reggio Calabria. Fra gli atleti brasiliani e argentini che hanno ottenuto cittadinanze 'sospette' figurerebbero anche ragazzi di 18, 19 e 20 anni, appartenenti a club nazionali di calcio a cinque.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadinanze facili nello sport, l’inchiesta arriva anche a Latina

LatinaToday è in caricamento