Cronaca

Clonavano i bancomat, arrestati in tre. Un centinaio le denunce

In manette tre giovani di 22,28 e 36 anni. Dopo aver captato i dati e i codici pin delle schede, i loro complici clonavano i bancomat. Frode da 50mila euro. Le indagini avviate nell'agosto del 2013 dalla polizia postale

Agivano soprattutto nella provincia di Latina ed erano abili a captare i codici delle schede bancomat delle ignare vittime che poi venivano clonate per una frode complessiva che si aggira intorno ai 50mila euro.

La polizia postale di Latina ieri ha arrestato tre giovani di nazionalità romena - una donna e due uomini di 22,28 e 36 anni - al termine di minuziose indagini avviate nell’agosto dello scorso anno.

Legati da vinocli di parentela e identificati anche grazie ai filmati delle telecamere di videosorveglianza, i malviventi avevano la loro base operativa tra Anzio e Nettuno, ma spesso agivano anche nella provincia di Latina, soprattutto tra i comuni di Latina, Aprilia, Sabaudia, Sezze, Terracina Cisterna e Sperlonga.

I tre si servivano del cosiddetto “skimmer” - vale a dire congegni elettronici camuffati all’interno di manufatti in plastica abilmente sagomati in maniera tale da essere facilmente applicati sugli sportelli automatici delle poste e quindi difficilmente riconoscibili dagli utenti - con cui “catturavano” i dati inseriti all’interno delle bande magnetiche delle carte bancomat, mentre con delle microtelecamere direzionale sulla tastiera degli sportelli, riprendevano e registravano i codici “pin”.

Codici che in un secondo momento venivano inviati a dei complici all’estero in grado di confezionare schede clonate che venivano usate per prelievi in Indonesia, Vietnam e Bali per una frode complessiva di 50mila euro. Almeno un centinaio le denunce raccolte dalla polizia postale nel periodo tra l’agosto del 2013 e il marzo 2014.

Le tre ordinanze eseguite dalla polizia postale sono state emesse dal Tribunale Ordinario di Roma su richiesta dalla Procura Distrettuale della Capitale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clonavano i bancomat, arrestati in tre. Un centinaio le denunce

LatinaToday è in caricamento