Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Coltellate in zona pub, interrogato il terzo giovane: resta ai domiciliari

Questa mattina la convalida dell'arresto per Davide Alicastro, ricoverato nel reparto di chirurgia del Goretti. Intanto le sue condizioni migliorano: scongiurata ipotesi di asportazione del rene

Questa mattina si sono conclusi gli interrogatori di convalida dei tre giovani arrestati dalla polizia dopo la rissa scoppiata la scorsa settimana in zona pub. Due i ragazzi che erano finiti in ospedale, con diverse ferite di arma da taglio. Per i due cugini, come per il loro aggressore, erano scattate le manette.

Questa mattina il giudice per le indagini preliminari Guido Marcelli ha ascoltato Davide Alicastro, nel reparto di chirurgia dell’ospedale Santa Maria Goretti. Fino a pochi giorni fa le sue condizioni di salute non gli avevano permesso di poter sostenere l’interrogatorio.

Oggi il giovane ha risposto alle domande del giudice, spiegando di aver avuto una breve discussione con il suo aggressore, che avrebbe poi impugnato un coltello, sferrandogli due fendenti.

Poi avrebbe perso i sensi. Il ragazzo ha comunque confermato vecchi rancori intercorsi tra loro.

La scorsa settimana erano già stati ascoltati il cugino, Fabrizio Lorusso, ricoverato al Goretti per le ferite riportate e il terzo giovane che li aveva colpiti, Nico Rufo.

Al termine dell’interrogatorio, anche per Alicastro è stato convalidato l’arresto e disposti i domiciliari. Le sue condizioni sarebbero migliorate: per il ragazzo è stata scongiurata l’ipotesi di asportazione del rene.  Per tutti e tre il sostituto procuratore Giuseppe Miliano aveva chiesto la custodia cautelare in carcere. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltellate in zona pub, interrogato il terzo giovane: resta ai domiciliari

LatinaToday è in caricamento