Cronaca

Comitato Ordine e Sicurezza per Ferragosto. Più controlli e meno reati nel 2015

L'incontro questa mattina in Prefettura. Analizzate le misure di sicurezza e l'andamento dei reati commessi. Per questi giorni sono 1700 gli uomini dispiegati sul territorio provinciale

In occasione del Ferragosto, il Prefetto ha presieduto una Riunione Tecnica di Coordinamento delle Forze di polizia, alla quale hanno partecipato i rappresentanti della Questura, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, del Corpo Forestale-con la presenza anche del Comandante Regionale-della Polizia Stradale, dei Vigili del Fuoco, della Capitaneria di Porto, della Polizia Locale e della Polizia Provinciale.

Il tutto per fare il punto di situazione sulle misure di prevenzione e controllo del territorio adottate per il  periodo estivo e per coordinare le specifiche azioni per il Ferragosto, sulla base di quanto definito nelle precedenti riunioni di pianificazione e coordinamento svoltesi in Prefettura e che riguardano sia i dispositivi di vigilanza e controllo del territorio, sia misure mirate a prevenire il fenomeno degli incendi boschivi e, in generale, le criticità che possono presentarsi in relazione a tale periodo.

POTENZIAMENTO: I dati illustrati dal Prefetto nel corso della riunione hanno evidenziato come i risultati positivi conseguiti  nell’azione di prevenzione e controllo del territorio sono l’effetto della strategia messa in atto attraverso un aumento di tutti i servizi, sia di quelli a carattere generale, sia  di quelli mirati alla prevenzione e al contrasto di determinati fenomeni  criminali, come i reati di carattere predatorio (furti e rapine), nonché con riferimento al contrasto della prostituzione, ai controlli nei confronti dei locali pubblici e al rintraccio dei clandestini.

I DATI: In particolare nei primi 7 mesi dell’anno in corso sono stati effettuati 65.495 servizi di prevenzione e controllo del territorio a carattere generale contro i 59.128 dell’analogo periodo dell’anno precedente, per un totale di 234.374 uomini impiegati rispetto ai 113.791 del 2014.

I servizi mirati sono stati 4879 contro i 4273 del periodo precedente, con un numero complessivo, sul piano dell’ attività posta in essere, di 51.271 posti di controllo effettuati contro i 41.073 del precedente periodo del 2014, 247.867 persone identificate contro le 223.568 sempre relative al precedente periodo, 200.856 mezzi controllati a fronte dei precedenti 178.690 .

L’andamento della delittuosità ha fatto registrare in questi primi sette mesi dell’anno un incoraggiante decremento (13.272 il numero dei reati commessi contro i 14.577 dell’analogo periodo del 2014) con un calo sia dei reati di furto, sia delle rapine. 7141 i furti commessi nei primi sette mesi del 2014, 6837 nei primi sette mesi del 2015 mentre per quanto riguarda le rapine sono 133 quelle messe in atto nei primi sette mesi dello scorso anno, dieci in meno nello stesso periodo del 2015.

Tali risultati, ha sottolineato il Prefetto nel ringraziare i responsabili delle forze di polizia per lo sforzo e l’impegno profuso in questi mesi, dimostrano che l’azione posta in essere, nell’ambito della specifica funzione di coordinamento, svolta anche attraverso la massima condivisione delle strategie di intervento in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e nelle Riunioni Tecniche di Coordinamento Interforze, deve continuare ad essere perseguita con la massima determinazione.

GLI INCENDI: Particolare attenzione è stata poi rivolta all’attività svolta nella prevenzione e nel contrasto degli incendi boschivi,  rispetto ai quali l’azione di coordinamento si è sviluppata sia attraverso il puntuale richiamo di attenzione nei confronti delle amministrazioni locali per l’adozione di tutte le misure necessarie a prevenire il fenomeno sia attraverso una verifica costante e puntuale delle azioni di prevenzione e contrasto poste in essere.

A tal fine, sono stati convocati, in specifici incontri tenutisi nel mese di luglio, la Regione, il Corpo Forestale dello Stato, i Vigili del Fuoco, i Sindaci, nonchè tutte le altre componenti del sistema di protezione civile (Volontari, Enti proprietari delle strade, ecc).

I risultati esaminati nel corso della riunione hanno evidenziato l’enorme sforzo profuso dai Vigili del Fuoco, dal Corpo Forestale dello Stato e dai Volontari della Protezione Civile nell’azione di contrasto del fenomeno, che nel mese di luglio ha fatto registrare una situazione di particolare criticità, determinata anche dalle particolari condizioni atmosferiche.

Nello specifico, nel solo mese di luglio, gli interventi compiuti sono stati 766, di cui 52 hanno riguardato arbusti e macchia mediterranea, 8 oliveti, 2 alta montagna e 669 sterpaglie. Dal 1° di agosto ad oggi, gli interventi sono stati 379, di cui 305 hanno riguardato sterpaglie, 50 sterpaglie di alta montagna, 24 arbusti e macchia mediterranea.

I territori maggiormente interessati sono stati quelli del sud pontino con Fondi, Itri, Castelforte e Formia, dove, dal mese di luglio ad oggi, sono bruciati 946 ettari di vegetazione.

SULLE STRADE: Per quanto concerne l’attività di prevenzione e contrasto al fenomeno degli incidenti stradali, il Prefetto ha sottolineato come anche in questo ambito è stato svolto uno sforzo per rafforzare l’attività di prevenzione e contrasto attraverso una sempre maggiore attività di controllo nelle strade da parte degli Organi della Polizia Stradale e delle altre Forze di Polizia.

Ciò ha portato ad un incremento del numero delle sanzioni elevate a seguito di violazione al codice della strada, con un totale, per i primi sette mesi dell’anno, di 24.176, contro le 19.134 dello stesso periodo del 2014.

Le patenti ritirate su strada sono state 1.061 rispetto alle 979 dell’analogo periodo del 2014.

Pur a fronte di tale impegno, che si somma alle iniziative portate avanti dalla Prefettura sin dai primi mesi dell’anno, volte all’individuazione delle criticità relative alle principali arterie provinciali e dei possibili interventi per superarle-oggetto di approfondimento in apposite  riunioni- e all’attività dell’Osservatorio Provinciale sulla sicurezza stradale, di recente ricostituito, il numero degli incidenti che hanno interessato le strade della provincia nel mese di luglio è aumentato.

A tale riguardo il Prefetto ha sottolineato la necessità di aumentare le iniziative di formazione ed educazione stradale sia nelle scuole sia attraverso mirate campagne di stampa e di comunicazione finalizzate ad accrescere una cultura della sicurezza stradaleatteso che molti degli incidenti, anche mortali, sono causati da comportamenti di guida degli automobilisti, quali l’uso improprio del telefonino, l’abuso di alcol e di sostanze stupefacenti, l’eccesso di velocità ed il sorpasso in curva.

Anche l’azione svolta dalla Compartimento Marittimo di Gaeta, sia in relazione alle specifiche competenze del Corpo, sia con riguardo all’attività compiuta in sinergia con le altre forze di polizia, ha portato a risultati significativi sia sul piano dei servizi, sia in termini di prevenzione e contrasto delle attività illecite.

In particolare, sono stati 104 gli interventi di assistenza e soccorso prestati a mezzi da diparto, diportisti e bagnanti in difficoltà, 549 i controlli ad unità navali e da diporto, con l’accertamento di circa 150 illeciti amministrativi. I controlli sulla sicurezza della navigazione sono stati 372 e 257 quelli antinquinamento.

Incisiva anche l’attività di controllo sulle strutture balneari, con 277 verifiche e 35 illeciti accertati, e quella concernente il rispetto delle ordinanze balneari, pari 383, con 77 violazioni riscontrate.

Nel corso della riunione sono state poi esaminate le misure di rafforzamento dei dispositivi di prevenzione e controllo del territorio da predisporre nei prossimi giorni in occasione della ricorrenza del Ferragosto.

In particolare, oltre alla sensibilizzazione dei dispositivi di carattere generale, è stato disposto il rafforzamento dell’attività di contrasto all’abusivismo commerciale e alla contraffazione, anche in spiaggia, nonché dei servizi volti a prevenire il verificarsi di episodi di furto sotto l’ombrellone,  e i controlli nell’ambito dei locali pubblici e di intrattenimento.

E’ stata, inoltre, disposta l’intensificazione dei servizi di vigilanza sulle strade da parte delle Forze di Polizia e della Polizia locale, finalizzati alla prevenzione e al contrasto dei comportamenti di guida in violazione del codice della strada.

Complessivamente nei giorni di Ferragosto verranno dispiegati sul territorio provinciale circa 1700 uomini.

Infine, nella mattinata di domani, 15 agosto, il Prefetto, visiterà le Sale Operative delle Forze di Polizia per un saluto e per esprimere il proprio apprezzamento agli operatori di polizia che saranno impegnati nei prossimi giorni a garantire la sicurezza sul territorio provinciale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comitato Ordine e Sicurezza per Ferragosto. Più controlli e meno reati nel 2015

LatinaToday è in caricamento