Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Commercio abusivo e scontrini, controlli da Aprilia a Minturno

Provincia passata al setaccio dalla finanza; sequestrati oltre 3mila prodotti contraffatti e denunciate 5 persone; riscontrate 60 violazioni per mancata o irregolare emissione di scontrini e ricevute fiscali

Torna anche quest’anno il “Piano Coordinato di Controllo Economico del Territorio” attuato dalla guardia di finanza, che durante la scorsa settimana ha setacciato tutto il territorio pontino da Aprilia a Minturno con oltre 160 militari che sono entrati in azione.

Due i filoni seguiti per una serie di controlli che sono iniziati lunedì 24 giugno e si sono conclusi nella serata di ieri: alcune pattuglie di finanzieri “in divisa” hanno dato attuazione ad una serie di attività volte al contrasto ed alla prevenzione degli illeciti fenomeni dell’abusivismo commerciale e della vendita di merci contraffatte, mentre altre pattuglie in “abiti civili” sono state contestualmente impegnate nel controllo della regolare emissione di scontrini e ricevute fiscali.

In materia di contrasto all’abusivismo ed alla vendita di prodotti contraffatti, sono stati eseguiti diversi interventi che hanno portato al sequestro di 3773 “pezzi” ed alla denuncia di 5 persone di varia nazionalità, che vanno ad aggiungersi agli oltre 4.600 pezzi già sequestrati dalla Guardia di Finanza pontina – nell’intera provincia – nei primi 5 mesi dell’anno.

In materia di emissione di scontrini e ricevute fiscali, invece, sono stati complessivamente eseguiti oltre  400 controlli, che hanno portato alla constatazione di circa 60 violazioni per mancata o irregolare emissione di tali documenti fiscali. “Sia i soggetti controllati che coloro a cui sono state contestate irregolarità di varia natura, risultano riconducibili alle molteplici categorie di esercenti che compongono il tessuto economico-commerciale del territorio pontino” spiegano dalla guardia di finanza.

Tali irregolarità vanno ad aggiungersi alle 626 violazioni in materia di scontrini e ricevute fiscali già individuate dalle fiamme gialle di Latina e dei reparti dipendenti sul territorio provinciale nei primi 150 giorni dell’anno, confermando una percentuale di incidenza dei controlli irregolari, sul totale, di oltre il 20%.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commercio abusivo e scontrini, controlli da Aprilia a Minturno

LatinaToday è in caricamento