Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Commissariata l'Ares 118. "Riorganizzate la rete dei soccorsi"

Lo ha deciso il governatore del Lazio Nicola Zingaretti, su impulso dei dirigenti ministeriali. Nominato Giuseppe Spada, dovrà assicurare lo svolgimento del servizio

L'Ares 118, l'azienda regionale che si occupa del servizio di emergenza, è stata commissariata. Lo ha deciso il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, su impulso dei dirigenti ministeriali, non soddisfatti dell'esito del tavolo tecnico del 30 luglio scorso: vogliono chiarezza sulle azioni programmatiche, sul numero delle postazioni di soccorso, costi e personale.

Il Commissario dovrà assicurare il corretto svolgimento dei servizio. 

"Finalmente la Regione Lazio ha individuato le modalità per far uscire l'Ares 118 e l'emergenza sanitaria dalla provvisorietà in cui è vissuta in questi ultimi anni. 

Con la nomina del sub commissario Giuseppe Spada, infatti, si potrà dare corso alla procedura di una gara europea per stabilizzare il rapporto con il privato, nella misura oggi presente, e contemporaneamente fornire la garanzia che l'Ares 118 potrà continuare ad operare in un quadro di regole certe, riorganizzando la rete dell'emergenza sanitaria, garantendo per il personale le assunzioni necessarie alla completa copertura degli organici previsti, assicurando ai cittadini del Lazio soccorsi un servizio omogeneo di qualità".

Lo comunica, in una nota, la Fp Cgil Roma e Lazio. 

"Il commissariamento dell’azienda regionale Ares 118 da parte del presidente della Regione Nicola Zingaretti - dichiara il consigliere regionale del Pd Enrico Fote - rappresenta un passo avanti importante verso la riorganizzazione del servizio di emergenza-urgenza nel Lazio e in particolare nella nostra provincia, servizio che avevamo duramente contestato a causa delle gravi carenze che mostrava per quanto riguarda la dislocazione di postazioni e mezzi sul territorio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commissariata l'Ares 118. "Riorganizzate la rete dei soccorsi"

LatinaToday è in caricamento