rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca

Accoltellò la cognata durante una lite: condannata a cinque anni

La sentenza emessa oggi al termine del processo celebrato con rito abbreviato. L'arresto risale al luglio scorso durante una violenta lite in un appartamento di viale Kennedy a Latina

E' stata condannata a cinque anni di reclusione per tentato omicidio. Nadia Lepri, 38 anni, già nota alle forze dell'ordine, era stata arrestata il 21 luglio del 2017 dalla polizia, intervenuta in un appartamento di viale Kennedy dove era stata segnalata una violenta lite in famiglia.

Quando gli agenti arrivarono nell'abitazione trovarono in cucina la donna che brandiva un grosso coltello da cucina con cui stava minacciando i proprio familiari. Nella stanza accanto c'era invece un'altra donna ferita, riversa a terra in una pozza di sangue. I poliziotti riuscirono a disarmare la 38enne impedendole così di ferire le altre persone che si trovavano in casa. Poco prima la donna, forse sotto l'effetto di droga o di alcol, nel corso di un litigio aveva afferrato un coltello da cucina e si era scagliata contro la cognata, colpendola all'addome. Per Nadia Lepri era quindi scattato l'arresto per tentato omicidio.

La sentenza a suo carico è arrivata oggi, emessa dal Gup Laura Matilde Campoli al termine di un'udienza celebrata con rito abbreviato che l'ha condannata a 5 anni di reclusione. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellò la cognata durante una lite: condannata a cinque anni

LatinaToday è in caricamento