rotate-mobile
Cronaca

Serre devastate dalla tromba d'aria: la conta dei danni a Sabaudia, San Felice e Terracina

Il primo cittadino della città delle dune ha già inoltrato richiesta per il riconoscimento dello stato di calamità naturale per la violenta tromba d'aria di ieri, 29 settembre

Il giorno dopo è quello della conta dei danni in diversi comuni della provincia pontina. Insieme a Formia, flagellata dal nubifragio e dal fiume di fango e acqua che ha invaso diverse zone della città, una tromba d'aria ha colpito nella giornata del 29 settembre i comuni di Sabaudia, Terracina, San Felice Circeo e Pontinia. Il vento forte e la pioggia battente hanno colpito e devastato serre e capannoni agricoli, molti dei quali scoperchiati. Inevitabili anche i danni alla circolazione stradale, a causa di alberi e pali della luce abbattuti dal vento e diverse strade allagate. La tromba d'aria ha concentrato la sua furia distruttiva nell'area compresa tra la Pontina e le Migliare 53,54 e 56. Decine gli interventi dei vigili del fuoco del comando provinciale. 

Il sindaco di Sabaudia Alberto Mosca ha voluto mandare un messaggio a tutta la cittadinanza esprimendo, a nome di tutta l'amministrazione, la sua vicinanza in particolare agli imprenditori agricoli che hanno subito danni molto gravi nelle loro aziende, soprattutto nelle zone di Borgo Vodice, Sant'Isidoro e fra le Migliare già citate. L'amministrazione di Sabaudia annuncia inoltre di aver già inoltrato alle competenti autorità la richiesta di riconoscimento dello stato di calamità naturale.

tromba_aria_terracina_sabaudia_29_settembre_2022-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serre devastate dalla tromba d'aria: la conta dei danni a Sabaudia, San Felice e Terracina

LatinaToday è in caricamento