Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Piazzale Natale Prampolini

Derby, due agenti feriti durante la contestazione: arrestato tifoso pontino

In manette un giovane ultra del Latina: durante la contestazione alla squadra al termine della cocente sconfitta contro il Frosinone, ha lanciato un sacco della spazzatura colpendo e ferendo due agenti. Denunciato anche tifoso ciociaro

Ha lanciato un sacco della spazzatura durante la contestazione alla squadra al termine della cocente sconfitta contro il Frosinone, colpendo e ferendo due agenti. Arrestato questa mattina dalla polizia un giovane supporter del Latina.

Continua a far parlare di sé il derby disputato ieri al Francioni, e non solo per il deludente risultato - 1-4 per i "cugini" del Frosinone - o per le ripercussioni della brutta prestazione, ma anche per quanto avveduto al termine della partita all’esterno dello stadio.

Al triplice fischio finale, infatti, un gruppo di supporter nerazzurri - circa 250 - si sono riversati in piazzale Prampolini e hanno inscenato una forte contestazione nei confronti dei giocatori. Durante la protesta dei tifosi lo stesso presidente del Latina Calcio, Pasquale Maietta, è uscito fermandosi sul piazzale esterno, dove, spiegano dalla Questura “era stato previsto uno specifico servizio per arginare possibili intemperanze, con apposite barriere e personale dei Reparti inquadrati schierato”, per provare a dialogare con i tifosi, “comportando - proseguono dagli uffici di corso della Repubblica - per il personale della Digos la necessità di doverlo affiancare per evitare possibili atti di aggressione da parte nei numerosi tifosi visibilmente arrabbiati”.

Ed è stato durante questi momenti che all’improvviso, dal gruppo dei tifosi maggiormente esuberanti, è stata lanciata una busta dell’immondizia - all’interno della quale vi erano anche alcune bottiglie in vetro – che ha colpito e ferito due agenti della Digos - il primo al volto e il secondo ad un braccio: ferite giudicate guaribili in sette giorni per loro -.

Calcio, derby Latina-Frosinone: post-partita

“Nella circostanza, stante la primaria necessità di mantenere l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, il personale presente in quell’area, per decisione della catena di comando, non ha proceduto a norma di legge” spiegano ancora dalla Questura. Visionate le immagini della polizia scientifica, è stato così possibile identificare un giovane ultra di 30 anni, ritenuto il responsabile del lancio del sacco della spazzatura e poi arrestato questa mattina per lesioni aggravate e lancio di oggetti contundenti.

“Nel caso di specie - concludono dalla Questura - è stato applicato l’istituto dell’arresto in differita, previsto dalla normativa per contrastare la violenza negli stadi, che permette di procedere ad applicare la misura precautelare entro 36 ore dagli accadimenti nei casi in cui non si possa procedere nell’immediato per ragioni di opportunità connesse all’ordine pubblico”.

DENUNCIATO TIFOSO DEL FROSINONE - Sempre nella giornata di ieri, e sempre dopo il derby, il personale di scorta ai tifosi del Frosinone, ha proceduto ad identificare un tifoso ciociaro resosi responsabile di resistenza a P.U. ed ingiurie. Nel fare rientro verso Frosinone l’uomo di 62 anni, con avviso orale del Questore di Frosinone e vari precedenti, si è fermato in un area di sosta nei pressi di Priverno ove, per futili motivi, ha ingiuriato il titolare. Durante le fasi dell’identificazione, poi, in un primo momento, ha opposto resistenza, non volendosi far identificare, per poi mostrare i documenti all’ennesima decisa richiesta degli operatori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Derby, due agenti feriti durante la contestazione: arrestato tifoso pontino

LatinaToday è in caricamento