Controlli nelle aziende agroalimentari: scattano sanzioni per 3mila euro

Le attività di verifica dei carabinieri sono state effettuate a Minturno e Formia. In un caso ritrovati 17 chili di prodotti privi di rintracciabilità.

Due attività lattiero casearie e un laboratorio di prodotti di pasticceria sono stati controllati nell’ambito di una campagna congiunta dei reparti speciali nel settore agricolo, agroalimentare e forestale. Il servizio è stato messo in campo a Minturno e Formia dal Nucleo carabinieri dell’ispettorato del lavoro e dal comando carbinieri per la salute di Latina insieme al personale della stazione forestale di Spigno Saturnia e ai militari di Scauri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I controlli hanno portato a diverse sanzioni amministrative per alcune irregolarità riscontrate. In particolare, un lavoratore era stato assunto ma non si era provveduto alla sua registrazione obbligatoria e l’impresa è stata multata per 1.500 euro.  Una sanzione di pari importo è stata invece elevata per il ritrovamento di 17 chili di alimenti risultati privi della tracciabilità, che sono stati sottoposti a sequestro amministrativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

  • Coronavirus Latina: due nuovi casi positivi in provincia. Muore una donna al Goretti

  • Coronavirus: nel Lazio 21 nuovi casi, in provincia 544 contagi totali

Torna su
LatinaToday è in caricamento