Controlli e perquisizioni al Palazzo di Vetro: scoperto appartamento occupato

Il blitz della polizia: nell'abitazione, poi sequestrata, quattro cittadini extracomunitari che vivevano in pessime condizioni igienico sanitarie. Tutti denunciati; due saranno espulsi 

Blitz della polizia al Palazzo di Vetro per una serie di controlli e perquisizione nella struttura di via Pier Luigi Nervi. Il servizio straordinario rientra nell’attività di prevenzione e controllo intensificata dal Questore Belfiore nelle zone “calde” della città. Oltre a 4 equipaggi della Squadra Volante, erano presenti due pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine provenienti dalla Capitale e il cane antidroga Birba della Polizia di Frontiera di Fiumicino. 

Sulla scorta di “informazioni preventivamente acquisite in forma confidenziale” nell’ambito dell’attività di contrasto allo spaccio e alla vendita al dettaglio di sostanza stupefacente di vario genere, il blitz è scattato intorno alle 7.30 al Palazzo di Vetro, dove sono state eseguite anche alcune perquisizioni domiciliari. 

I controlli della polizia 

All’interno di un’abitazione al 5° piano sono stati controllati quattro cittadini extracomunitari di nazionalità camerunense che vivevano in pessime condizioni igienico sanitarie rendendo anche necessaria la richiesta di intervento dei vigili del fuoco per mettere in sicurezza e asportare cinque bombole gas pericolose

All’interno di un altro appartamento sullo stesso piano sono stati controllati altri due cittadini centro-africani, che vivevano anche loro in condizioni igienico sanitarie pessime. Tutti sono stati condotti in Questura per i dovuti accertamenti in merito alla loro posizione sul territorio nazionale da parte del locale Ufficio Immigrazione: due sono risultati regolari,  altri due sono stati invitati presso l’Ufficio Immigrazione per regolarizzare la posizione sul territorio e altri due cittadini venivano avviate le pratiche per l’espulsione dal territorio nazionale.   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’appartamento occupato

Dagli accertamenti e dalle informazioni acquisite, l’appartamento sottoposto a perquisizione, è risultato essere stato occupato abusivamente dai cittadini extracomunitari; la casa è stata sottoposta  a sequestro preventivo con apposizione dei sigilli e i quattro cittadini extracomunitari occupanti denunciati per il reato di “occupazione di terreni o edifici”. Si tratta di un cittadino cubano regolare in Italia, uno di origini senegalesi invitato presso l’Ufficio immigrazione per regolarizzare la sua posizione e di altri due connazionali di quest’ultimo nei confronti dei quali sono stati emessi per uno un decreto del prefetto a lasciare il territorio entro 6 giorni e per l’altro un provvedimento di espulsione dal territorio Nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Incidente a Sabaudia sulla Migliara 53, scontro tra auto e furgone: muore un ragazzo, due feriti

  • Coronavirus Latina, 126 nuovi casi. Sotto osservazione zone della movida e coprifuoco

  • Coronavirus: nel Lazio 1541 nuovi casi e 10 decessi. In provincia il secondo dato più alto di sempre

  • Coronavirus, 1687 nuovi casi nel Lazio e 9 morti. E' massima allerta

  • Coronavirus, ancora 124 contagi in provincia e un altro morto. Ottavo decesso in otto giorni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento