Movida e locali nel mirino della polizia: raffica di controlli in tutta la provincia

Il bilancio del servizio predisposto dalla Questura è di 145 persone identificate, 76 veicoli fermati, 14 esercizi pubblici ispezionati

Un servizio straordinario di controllo è stato predisposto dalla Questura su tutto il territorio per assicurare un livello di sicurezza sul territorio e contrastare il fenomeno della criminalità diffusa. Le attività dei commissariati si sono concentrate in particolare nelle aree della movida, con interventi di verifiche amministrative e controlli nei locali di intrattenimento e nelle sale giochi. 

Intensificato anche il monitoraggio dei luoghi di maggiore aggregazione, con particolare attenzione rivolta nei confronti di persone sospette e già gravate da precedenti. Gli agenti dei commissariati hanno effettuato controlli anche su persone sottoposte a misure restrittive come gli arresti domiciliari.

Nei confronti di due individui è stata adottata la misura di prevenzione del divieto di ritorno e conseguente rimpatrio nel comune di residenza con foglio di via obbligatorio. Complessivamente il servizio ha portato a una denuncia a piede libero, all'identificazione di 145 soggetti, al controllo di 51 persone sottoposte ad obblighi. Sono stati inoltre effettuati sette posti di blocco e 14 esercizi pubblici, di cui due sono stati sanzionati. Oltre 40 le sanzioni elevate per violazioni de Codice della strada, 76 i veicoli fermati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

Torna su
LatinaToday è in caricamento