Cronaca

Controlli a tappeto in città: tre denunce, ritrovata una cassaforte rubata

Il bilancio delle attività della polizia nel fine settimana. Ritrovata la cassaforte rubata venerdì notte dalla filiale della Banca Popolare dell'Emilia Romagna di Borgo Montello

Intensificati i controlli di prevenzione in città, predisposti dal questore Carmine Belfiore. Nel corso del fine settimana, le volanti hanno perlustrato le zone più a rischio del capoluogo con posti di blocco e fermi.

Nei giorni scorsi, intorno alle 13,30, un equipaggio della Volante è intervenuto nel negozio Oviesse del centro commerciale Latina Fiori dove erano state segnalate due persone che avevano portato via merce dagli scaffali senza pagarla, dandosi poi alla fuga. I due sono stati identificati: si tratta di un ragazzo di 20 anni e una ragazza di 16 anni, entrambi italiani. Quando sono stati fermati hanno cominciato ad inveire contro i poliziotti. Condotti in ufficio, sonostati denunciati a piede libero per furto aggravato, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

Nella notte tra venerdì e sabato invece, le pattuglie della Volante hanno raggiunto la filiale della Banca popolare dell’Emilia Romagna dove era stato segnalato il furto di un bancomat nella notte. Perlustrando le zone vicine, gli agenti si sono fermati all’interno dell’area di un distributore in stato di abbandono lungo la Pontina, all’altezza del chilometro 60. Immaginando che potesse essere il luogo ideale in cui nascondere refurtiva, hanno approfondito i controlli e notato nei campi vicini un veicolo Fiat Iveco con sopra lo sportello bancomat rubato qualche ora prima a Borgo Montello. Il furgone risulatava oggetto di furto. Lo sportello bancomat, nonostante fosse stato danneggiato, aveva il vano cassaforte ancora integro. Contattato il direttore della banca, si è proceduto all’apertura della cassaforte, all’interno della quale c’erano ancora 50mila euro macchiati di inchiostro antifurto. L’ingente somma di denaro e lo sportello bancomat sono stati immediatamente restituiti.

Nella prima mattinata di ieri, domenica 11 marzo, un altro equipaggio della Volante ha controllato una persona sospetta lungo la “Passeggiata Pertini” di via Don Morosini. Si trattava di un rumeno con svariati precedenti penali e un divieto di rientro in Italia emesso dalla Prefettura di Latina per motivi di pubblica sicurezza. La persona fermata, accompagnata presso gli uffici della Questura, identificata per  Ovidiu Toma, è stata deferita in stato di libertà per inottemperanza al divieto di rientro sul territorio italiano.

Nell’ambito dei controlli effettuati sul territorio nel corso del wee end, sono state identificate complessivamente 94 persone, 58 veicoli fermati, 25 persone sottoposte agli arresti domiciliari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli a tappeto in città: tre denunce, ritrovata una cassaforte rubata

LatinaToday è in caricamento