Cronaca Gaeta

Prevenzioni stragi del sabato sera, giro di vite a Gaeta: 19 le denunce

Controlli dei carabinieri nelle zone della movida; tanti i deferimenti per guida in stato di ebbrezza. Denunciato anche il titolare di un locale per disturbo del riposo delle persone

Carabinieri in campo per la prevenzione delle stragi del sabato sera. Durante la notte appena trascorsa sono entrati in azione i militari del comando compagnia di Gaeta che hanno denunciato ben 19 persone per reati di diversa natura.

I controlli si sono concentrati nella zona della movida della città del golfo, nei pressi dei locali frequentati dai giovani e lungo le arterie stradali principali.

- Sei persone deferite in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Latina perchè sorprese alla guida in evidente stato di ebbrezza alcolica. Il tasso alcolico registrato mediante l’utilizzo dell’etilometro ha segnalato un tasso di alcol di gran lunga superiore a quello consentito dalle vigenti normative;  ai sei è stata ritirata la patente mentre le autovetture affidate a persone idonee alla guida;

- tre persone sono state segnalate perché sorprese alla guida di veicoli con un tasso alcolico poco superiore a quello consentito;

- un uomo, gestore di un noto locale che si trova  nella zona medievale della città, è stato denunciato in stato di libertà, dai carabinieri del nucleo radiomobile di Gaeta, in collaborazione con il personale della società Arpa Lazio, per “disturbo del riposo delle persone”: l’uomo nonostante i vari e ripetuti inviti, ha continuato a violare le disposizioni relative alle emissioni sonore, causando disturbo alla cittadinanza;

- tre persone deferite per  “uso di atto falso e ricettazione”; circolavano alla guida delle rispettive autovetture con certificati e contrassegni assicurativi palesemente contraffatti. I documenti di circolazione sono stati ritirati ed i veicoli sottoposti a sequestro amministrativo;

- un pregiudicato, denunciato per “inosservanza dei provvedimenti dell’autorità”; sottoposto al regime degli arresti domiciliari, non ottemperando a quanto prescrittogli dal proprio regime detentivo, si intratteneva con un altro pregiudicato;

- cinque persone, segnalate ai competenti Uffici Territoriali del Governo, per “detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale”, lo stupefacente rinvenuto veniva posto sotto sequestro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prevenzioni stragi del sabato sera, giro di vite a Gaeta: 19 le denunce

LatinaToday è in caricamento