Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Fondi

Controllo del Mof di Fondi, patrimonio confiscato al clan mafioso

Destinatari della confisca di beni, di circa 7 milioni di euro, i fratelli Sfraga originari della provincia di Trapani. Gestivano in regime quasi di monopolio il trasporto dell'ortofrutta

I loro nomi erano saltati fuori già durante un’indagine che aveva riguardato il controllo e la distribuzione nei mercati ortofrutticoli di Catania, Gela,  in provincia di Caltanissetta, e Fondi.

Sono i fratelli Sfraga, Antonio e Massimo, entrambi originari di Petrosino in provincia di Trapani.

Proprio questa mattina la Direzione investigativa Antimafia ha confiscato loro un patrimonio del valore di circa 7 milioni di euro. I due sono accusati di aver gestito in regime quasi di monopolio il trasporto dell'ortofrutta – anche nel Mof di Fondi - con la protezione della mafia corleonese e del clan camorristico dei Casalesi.

Tra i beni confiscati, imprese, immobili, automezzi e disponibilità finanziarie. Con lo stesso provvedimento, ai fratelli Sfraga è stata imposta la sorveglianza speciale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controllo del Mof di Fondi, patrimonio confiscato al clan mafioso

LatinaToday è in caricamento