rotate-mobile
Cronaca

Coordinamento 9 dicembre: tutti a Roma, poi nuove manifestazioni

Per domenica 9 febbraio prevista la tappa conclusiva del "Cammino della Libertà" che prevede l'arrivo di tutti i manifestanti nella capitale. Calvani: "Poi in programma altre iniziative, la prima già lunedì"

La data fatidica del 9 febbraio è arrivata. Per domani è previsto l’arrivo nella capitale di tutti i manifestanti, partiti dai vari presidi realizzati nelle diverse città italiane, come tappa finale del “Cammino della Libertà”. È pronta, dunque, la macchina organizzativa del Coordinamento 9 dicembre, che fa capo al pontino Danilo Calvani, per una serie di iniziative che nei prossimi giorni si terranno proprio a Roma.

“Tra domenica e lunedì è previsto l’arrivo di tutti i manifestanti – ci ha spiegato proprio Danilo Calvani -. Anche da Latina sono tutti pronti per dirigersi verso la capitale. Il presidio ufficiale, utilizzato come punto di raduno è quello di piazzale dei Partigiani ad Ostiense, anche se ci sono altri tre punti, tre campeggi a Roma dove verranno accolte le persone. Una volta arrivati tutti lì decideremo come muoverci e che tipo di iniziative realizzare. Iniziative che ci riteniamo a ribadire nuovamente saranno tutte autorizzate, concordate con Questura e Prefettura e all’insegna della legalità, senza disordini o episodi di violenza”.

Tutto in divenire dunque il programma del Coordinamento 9 dicembre; cosa, dove e come realizzare le manifestazioni verrà deciso tutti insieme solo dopo l’arrivo di tutti i manifestanti a Roma, mentre Calvani anticipa che già lunedì 10 febbraio potrebbe essere una giornata importante con un corteo che dovrebbe snodarsi per le città di Roma.

Quanto alle adesioni a questa nuova manifestazione, dopo quelle del 18 dicembre a Roma e il 10 gennaio a Latina, il leader pontino del movimento parla di migliaia di persone che hanno deciso di partecipare. “Ci aspettiamo una grande partecipazione a questa iniziativa; ci siamo presi molto tempo per organizzarci ma soprattutto per dare la possibilità alle persone di organizzarsi per questo grande evento. In questi due mesi siamo stati in diverse città italiane e sentiamo che tra la gente c’è fermento. Fino ad ora siamo soddisfatti della risposta ricevuta e siamo pronti a tornare a farci sentire”.

Sulle richieste avanzate e da avanzare, il Coordinamento 9 dicembre non fa un passo indietro: “Andremo a Roma per chiedere a questi politici di andare a casa. Vogliamo che si dimettano tutti dal Governo e dal Parlamento, vogliamo che chi è responsabile di quanto sta accadendo in Italia si prenda le sue responsabilità e vada via, e siamo pronti a farlo scendendo in piazza e con altre iniziative che saranno comunicate a breve” ha concluso Calvani. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coordinamento 9 dicembre: tutti a Roma, poi nuove manifestazioni

LatinaToday è in caricamento