rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Cori

Ristrutturato il teatro comunale di Cori: giovedì la cerimonia di inaugurazione

I lavori sono stati finanziati dalla Regione. Saranno presenti per l'occasione il presidente Nicola Zingaretti e l'assessore regionale alla cultura Lidia Ravera. Intitolazione all'attore di origini coresi Luigi Pistilli

Il teatro comunale di Cori sarà restituito alla città dopo un lavoro di ristrutturazione finanziato dalla Regione Lazio. L’inaugurazione è in programma giovedì 2 novembre alle 17, alla presenza del presidente della Regione Nicola Zingaretti e dell’assessore regionale alla Cultura Lidia Ravera.

Cori si riappropria di un importante spazio culturale grazie a un progetto frutto del lavoro della precedente amministrazione guidata da Tommaso Conti e portato a conclusione da quella attuale. L’intervento appena ultimato, curato dall’architetto Paolo Sellaroli con la collaborazione dell’architetto Angela Papasidero, ha consentito di rinnovare tutti gli arredi dotando la struttura di poltrone fisse in numero appena inferiore ai cento posti e di tutti gli impianti. Il teatro ha ora tre bagni, di cui uno per disabili, e una scala più sicura e funzionale per accedere ai camerini, anch’essi completamente rinnovati. Si è inoltre cercato di eliminare alcune asperità per agevolare lo spostamento delle persone disabili, per le quali sono previsti posti nella parte superiore.

L’intento dei lavori è stato anche quello di valorizzare una preesistenza archeologica, cioè una porzione di mura poligonali, parzialmente svelate alla metà degli anni ’70 e ora apprezzabili in tutta la loro consistenza perché liberate dal diaframma murario che ne ostruiva la vista. Nel corso della cerimonia di inaugurazione, il teatro sarà intitolato a Luigi Pistilli, attore di teatro e cinema di origini coresi, scomparso nel 1996.

E’ considerato uno dei migliori interpreti teatrali delle opere di Bertolt Brecht, studiò recitazione al Piccolo Teatro di Milano, diplomandosi presso la Scuola d'Arte Drammatica nel 1955. Non ruppe mai i legami con il teatro e spesso tornò ad apparire in opere dirette da Giorgio Strehler. Nel 1961-62 fece parte della Compagnia di Dario Fo. Fu in scena al fianco di Giorgio Albertazzi e Anna Proclemer in diverse produzioni e ancora in rappresentazioni teatrali dirette da Giuseppe Patroni Griffi. Nel cinema comparve in diversi spaghetti-western come ‘Il buono, il brutto, il cattivo’ e ‘Per qualche dollaro in più’ di Sergio Leone, ma lavorò anche per registi del calibro di Lizzani, Corbucci e Montaldo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ristrutturato il teatro comunale di Cori: giovedì la cerimonia di inaugurazione

LatinaToday è in caricamento