Cronaca

Migranti, parte il progetto Sprar, ora una banca dati per le case da destinare all'accoglienza

Vincitrice del bando del Comune è la cooperativa Quadrifoglio, che gestirà il Servizio di protezione per richiedenti asilo e rifugiati. Entro il 15 dicembre i proprietari di immobili potranno presentare domanda

Parte anche nella città di Cori il progetto Sprar – Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, finanziato dal Fondo nazionale per un ammontare di oltre un milione e mezzo di euro spalmato tra il 2017 e il 2020. La cooperativa Il Quadrifoglio sarà l’ente attuatore dei servizi previsti, aggiudicataria del bando comunale e già impegnata nel sistema di accoglienza in altre realtà della provincia.

Il prossimo passaggio consisterà nella costituzione di una banca dati di appartamenti da adibire ad accoglienza dei richiedenti asilo sui territori di Cori e Giulianello. Le domande da parte dei proprietari interessati dovranno essere presentate entro il 15 dicembre.

La cooperativa selezionerà le strutture più idonee in base ai requisiti, alla vicinanza al centro del paese, alla presenza limitrofa di mezzi di trasporto e alla vicinanza con altri stabili già adibiti a tale scopo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, parte il progetto Sprar, ora una banca dati per le case da destinare all'accoglienza

LatinaToday è in caricamento