Quinto caso positivo al Covid-19 ad Aprilia, il sindaco: "Situazione monitorata"

Un paziente in più rispetto ai giorni passati, un altro già guarito. Tutti sono in isolamento a casa. Il Comune scrive ai commercianti chiedendo di attivare il servizio di consegna della spesa a domicilio

Il bollettino giornaliero della Asl, datato 16 marzo, segnala un nuovo caso di positività ad Aprilia. Si tratta dunque della quinta persona contagiata in città dall'inizio dell'epidemia. Il nuovo paziente è un uomo al di sotto dei 60 anni, le cui condizioni non destano preoccupazione tanto che le autorità sanitarie non hanno ritenuto necessario il ricovero. I quattro apriliani positivi sono tutti in quarantena secondo le procedure, ma nessuno in terapia intensiva, mentre il primo paziente risultato positivo al Coronavirus è invece guarito qualche giorno fa e ha fatto ritorno a casa.

“Allo stato attuale, la situazione ad Aprilia non mostra particolari criticità né dati allarmanti – commenta il sindaco Antonio Terra – i casi di positività per ora sono pochi e fortunatamente nessuno dei contagiati è in condizioni critiche. Siamo costantemente in contatto con le autorità sanitarie per monitorare l’evoluzione dell’epidemia sul nostro territorio. La città comunque sta reagendo in modo responsabile e ordinato alle indicazioni che riceviamo in questi giorni e questo credo sia un buon segnale, che non può che far bene e limitare il più possibile il contagio sul nostro territorio. Non mi stanco di ripetere a tutti di rimanere in casa ed evitare i contatti con altre persone, se non per motivi di lavoro e salute, o per assoluta necessità. Continuiamo a ricevere segnalazioni di qualche cittadino, comunque pochi, che ancora fa fatica a rispettare il divieto di assembramento. Nei prossimi giorni intensificheremo i controlli, in modo tale da scoraggiare ulteriormente chi non rispetta le indicazioni”.

Intanto, l'amministrazione ha inviato una lettera ai commercianti di generi alimentari del territorio, firmata dall'assessre alle Attività produttive “Sappiamo – scrive l’assessore – che il momento che stiamo vivendo è estremamente impegnativo per voi, così come lo è per chi fa impresa, per quella parte del Paese impegnato quotidianamente a produrre e a creare lavoro. Questa situazione emergenziale – continua Caracciolo – richiede oggi, però, la collaborazione di tutti, soprattutto nel far fronte agli inevitabili disagi per la popolazione e, in particolar modo, i soggetti più fragili”.

Due sono le richieste che l’Amministrazione ha rivolto ai commercianti apriliani: in primo luogo, indicare all’Ufficio Attività Produttive quanti hanno attivato in questi giorni servizi di consegna a domicilio. Il Comune, infatti, sta predisponendo un elenco da pubblicare sui propri canali di comunicazione per aiutare i cittadini ad orientarsi in questo periodo ed evitare il più possibile le file fuori dai supermercati. La seconda richiesta, invece, è quella di prevedere un canale preferenziale di accesso ai supermercati per i volontari della Protezione Civile e della Croce Rossa impegnati in questi giorni nell’iniziativa della “Spesa solidale” a favore di quanti – anziani soli o persone invalide – non riescono a spostarsi e non possono abbandonare la propria abitazione.

Per entrambe le richieste, l’Amministrazione chiede ai commercianti di inviare una segnalazione all’indirizzo mail attivita.produttive@comune.aprilia.lt.it o direttamente all’Assessore Caracciolo all’indirizzo mail gianfranco.caracciolo@comune.aprilia.lt.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento