menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, positivi due dipendenti della Procura: sospese quasi tutte le attività, disposta la bonifica

Coronavirus, positivi due dipendenti della Procura: sospese quasi tutte le attività, disposta la bonifica

Sono due i dipendenti della Procura della Repubblica di Latina che hanno contratto il Coronavirus come confermato dai tamponi che sono risultati positivi.

Una situazione che ha indotto la Asl a chiedere al Procuratore della Repubblica un "intervento di emergenza con drastica riduzione delle attività ordinarie ed inoltre straordinarie misure di bonifica, prevenzione e contenimento” presso gli uffici di via Ezio.

Così il Procuratore Giuseppe De Falco, ritenuto che, pur permanendo la necessità di garantire le attività indifferibili dell’ufficio, ha disposto che venga costituito giornalmente un presidio di cinque unità di personale, amministrativo e sospesa la ricezione di querele, denunce, esposti non inviati per via telematica. Come già disposto nel precedente provvedimento è sospesa la consultazione di atti al TIAP, all’ufficio giudizi, presso le segreterie dei pubblici ministeri e presso altri servizi dell’ufficio; fanno eccezione eventuali richieste di indifferibile urgenza, che devono essere autocertificate e motivate e potranno essere evase previo appuntamento telefonico con il personale di presidio, secondo quanto più oltre specificato. Sospesa inoltre, fino a nuovo provvedimento, l’attività degli uffici casellario, URP, ufficio apostille e legalizzazioni, segreteria Giudice di Pace, SDAS, affari civili, ivi compresa la ricezione di convenzioni di negoziazione assistita, archivio, ufficio spese di giustizia, consegnatario, ufficio giudizi, ufficio TIAP; è sospesa infine la consultazione di atti e l’attività lavorativa in ufficio deve cessare entro le ore 13.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento