Sabato, 15 Maggio 2021
Cronaca

Covid nei supermercati, i controlli del Nas: tracce su carrelli e maniglie anche nei negozi della provincia

Come già avvenuto per i mezzi pubblici (treni e autobus) l'accertamento ha consentito di rilevare il covid anche nei punti di maggiore contatto degli esercizi commerciali

Dopo i controlli a bordo dei mezzi pubblici, i carabinieri del Nas hanno ispezionato anche i supermercati della provincia di Latina e di altre città italiane con l'obiettivo di verificare la presenza di tracce di coronavirus nei punti che vengono toccati con le mani e accertare dunque la corretta esecuzione delle operazioni di sanificazione degli ambienti e delle attrezzature.  Si tratta di una campagna nazionale che ha coinvolto complessivametne 981 esercizi commerciali individuati tra quelli di maggiore afflusso. Le irregolarità sono state rilevate in 173 punti vendita, pari al 18% di quelli oggetto di vereifica. All'autorità giudiziaria sono stati denunciati nove responsabili di supermercati, mentre 177 sono stati sanzionati per un ammontare complessivo di 202mila euro.

I controlli sono stati effettuati anche in provincia da parte dei carabinieri del Nas di Latina e dal personale dell'Arpa Lazio. Sono stati effettuati in particolare 31 tamponi su superfici di maggiore contatto come maniglie dei carrelli, tastiere delle bilance, tasteriere dei pos, maniglie dei congelatori, prelevati su otto supermercati delle province di Latina e Frosinone. L'esito degli esami di laboratorio ha rilevato la positività di due campioni al virus Sars-Covid-19, prelevati in due diverse attività commerciali per i quali è stata inoltrata la segnalazione al dipartimento di prevenzione delle Asl per le valutazioni epidemiologiche di competenza e l'imposizione di operazioni di sanificazione straordinarie.

Al livello nazionale, le operazioni condotte dai Nas hanno consentito di contestare 226 irregolarità, di cui 39 riconducibili a carenze igieniche per mancata esecuzione di pulizia e sanificazione di locali e attrezzature di uso comune, omessa indicazione delle informazioni agli utenti sulle norme di comportamento, sul rispetto del numero massimo di presenze contemporanee negli esercizi commerciali e della distanza interpersonale durante gli acquisiti o in cassa. I supermercati presso i quali sono state evidenziate positività al Covid-19, appartenenti a diverse aziende della grande distribuzione, sono stati individuati nelle città di Roma, Latina, Frosinone, Grosseto, Terni, Salerno e Catania e nelle province di Parma, Perugia e Cagliari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid nei supermercati, i controlli del Nas: tracce su carrelli e maniglie anche nei negozi della provincia

LatinaToday è in caricamento