menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, il Comune di Latina chiude parchi, giardini pubblici e aree verdi. Sanzioni da 100 euro

La misura di prevenzione firmata il 14 marzo per evitare assembramenti e scongiurare occasioni di contagio tra i cittadini

Chiudono parchi cittadini, giardini pubblici e aree verdi. L'ordinanza è stata firmata dal sindaco di Latina Damiano Coletta nella giornata del 14 marzo proprio per l'evolversi della situazione epidemiologica e l'incremento di casi anche all'interno del capoluogo pontino. Si tratta dunque di una misura di prevenzione adottata per precauzione e per evitar assembramenti di persone. Il Dpcm dell'8 marzo dispone infatti di "evitare ogni ogni spostamento di persone in entrata e in uscita dai territori nonché all’interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute" L'obiettivo di carattere generale è scongiurare ogni occasione di possibile contagio che non sia riconducibile a esigenze specifiche o a uno stato di necessità. Il provveimento dell'amministrazione comunale di Latina è quindi una misura che rientra nelle azioni di prevenzione e cura della salute pubblica dei cittadini. 

L'ordinanza firmata il 14 marzo dispone che siano chiusi parchi, giardini e aree verdi, con o senza recinzione, di proprietà comunale e dispone il divieto di ingresso e di stazionamento all'interno degli stessi fino al giorno 3 aprile incluso. Per il mancato rispetto dell'ordinanza comunale sarà applicata una sanzione amministrativa di 100 euro, oltre alla denuncia penale ai sensi dell'articolo 650 del codice penale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento